La prova del cuoco, da settembre su Rai1 con Elisa Isoardi, si arricchisce di un nuovo protagonista. Alla prossima edizione prenderà parte Zenit, il barboncino di Elisa Isaordi. È stata la conduttrice a svelare la novità a Tv Sorrisi e Canzoni cui ha confidato che il cane servirà a introdurre una nuova figura protagonista del format: uno chef che si occuperà di realizzare ricette per cani e gatti.

Questa è la novità: Zenit parteciperà al programma perché da settembre avremo uno “chef dog” che insegnerà a preparare ricette adatte a cani e gatti. Quindi scopriremo se possono mangiare le uova, quanto sale possiamo mettere nei loro pasti… Un tempo eravamo abituati a dare loro gli avanzi. Oggi, invece, c’è un’attenzione maggiore alla loro alimentazione. Cominciamo con uno spazio settimanale di almeno sei minuti. Poi vedremo come si evolverà.

La vita della Isoardi con Zenit

Zenit è entrato da poco a far parte della famiglia di Elisa Isoardi. È stata la conduttrice a sceglierlo dopo accurate ricerche: “Avevo bisogno di un cane di taglia veramente piccola e ci ho messo un po’ a trovarlo. Ho voluto conoscere non solo i genitori ma anche i nonni. Dovevo essere sicura che non diventasse un cane di otto chili che poi sarebbe stato difficile trasportare in aereo. Sono andata in un allevamento. Lui era l’ultimo di sette fratelli. Ci siamo guardati e ci siamo scelti, anzi è stato lui a scegliermi, come sempre capita. In realtà ho fatto fatica a portarlo via: lui era il prescelto per la riproduzione perché ha il mantello di un grigio puro, molto omogeneo. Una tonalità veramente unica”.

Quando il barboncino ha salvato la conduttrice de La prova del cuoco

Elisa ha raccontato a Tv Sorrisi e Canzoni di avere instaurato con Zenit un rapporto davvero speciale. In un’occasione, il barboncino l’avrebbe addirittura salvata: “Zenit mi ha anche salvato in un momento di difficoltà. Ogni tanto mi prendono delle fitte alla pancia da stare male e da svenire. Una volta ero in bagno ed è accaduto che mi accasciassi a terra. Lui mi ha risvegliato abbaiando e leccandomi la faccia. Sembrerò una matta ma Zenit mi capisce veramente al volo. Non ho mai avuto una tale simbiosi con un cane prima d’ora”.