La vera sorpresa di questa edizione di X Factor 12 si sta confermando Anastasio, l'artista campano che ha di fatto introdotto una nuova modalità di esibizione nel format, proponendo ogni settimana un vero e proprio singolo, ovvero una rielaborazione testuale quasi completa dei pezzi proposti. La settimana scorsa la sua esibizione è stata tema di discussione accesa tra Mara Maionchi e Manuel Agnelli, che al netto del suo talento ha contestato ad Anastasio e al team che lo segue di proporre un prodotto di altissima qualità, ma poco idoneo alla logica del programma, che resta un programma di cover. Mara Maionchi non aveva accolto molto positivamente la contestazione del suo collega, che comunque partiva dal presupposto di un elogio assoluto.

Dopo l'esibizione della quarta puntata, con Anastasio che ha proposto una sua rivisitazione di "Another Brick in The Wall" dei Pink Floyd, Anastasio sembra aver messo in qualche modo d'accordo tutti i giudici. Mara Maionchi, sul finire dell'esibizione, si è letteralmente esaltata per quanto visto, mostrando entusiasmo in quella che è ormai diventata la sua cifra csratteristica: "Mi diverto, cazzo, che musica! Mi sembra di aver compiuto di nuovo 27 anni, vaffanculo!".

Esibizione che, appunto, ha convinto anche Agnelli, il solo tra i giudici titubanti su Anastasio la scorsa settimana. Elogiando la sua rivisitazione del classico dei Pink Floyd, probabilmente uno dei pezzi più celebri della storia, e quindi a maggior ragione una sfida enorme per chiunque si trovi ad affrontarla, Agnelli gli ha riconosciuto il merito di aver saputo variare approccio, legando alla riscrittura parti del pezzo originale e quindi accettando il compromesso. Come era facilmente immaginabile, Anastasio ha passato il turno e la prossima settimana, nella quinta puntata, avrà modo di presentare il suo inedito.