21 Ottobre 2017
19:34

Walter Nudo ricorda l’incidente in moto: “Il dolore mi impediva di respirare”

Walter Nudo si è raccontato ai microfoni di ‘Sabato italiano’. L’attore è tornato con la mente al terribile incidente in moto avuto alla fine del 2016.
A cura di Daniela Seclì

Walter Nudo è stato ospite della puntata di ‘Sabato Italiano‘ trasmessa il 21 ottobre. Intervistato da Eleonora Daniele, l'attore ha ricordato il terribile incidente in moto avuto a dicembre del 2016. Inoltre, ha parlato della fine della relazione con Tatiana Tassara e di come lo sport abbia cambiato la sua vita.

Il racconto del drammatico incidente

Walter Nudo è tornato con la mente al terribile momento dell'incidente in moto. L'attore ricorda ancora ogni dettaglio dell'impatto: "Ho picchiato l'osso sopra i denti. Se avessi colpito mezzo centimetro sotto… Altre volte sono caduto dalla moto, stavolta ho sentito subito un dolore alla gamba destra. La gamba ha girato come non mai. Di istinto ho preso la gamba e ho cercato di raddrizzarla. Non riuscivo neanche a respirare dal dolore. Quando è successo le macchine andavano, io ero solo lì che mi tenevo la gamba. Per fortuna chi mi ha investito, andando via, ha picchiato un'altra macchina. Io l'ho perdonata la ragazza, lei continua a negare. Era senza assicurazione. In America, se non hai un'assicurazione, non ti curano. Grazie a Dio avevo l'Obama Care che ha coperto. Il costo di un intervento simile è di 270 mila dollari. Io ci ho rimesso la franchigia, sette, ottomila dollari". Ora sta meglio: "Ho recuperato a modo mio".

La fine della relazione con Tatiana Tassara

Walter Nudo ha due figli, Elvis e Martin Carlos nati dalla relazione con Tatiana Tassara. L'attore e la ballerina si sono lasciati nel 2002. Non è stato facile per i figli affrontare la separazione dei loro genitori: "Hanno sofferto molto i miei figli per la mia separazione dalla loro mamma Tatiana. Non c'è colpevole. Ci sono solo persone che stanno male".

Lo sport ha cambiato la sua vita

Infine, Walter Nudo ha spiegato come lo sport abbia influito positivamente sul suo percorso di vita: "Sono nato in Canada, da adolescente ero cicciottello. Mi sentivo molto introverso. Lo sport mi ha aiutato ad aprirmi, rimane sempre una disciplina che applico alla vita. Per avere i muscoli bisogna andare in palestra tutti i giorni, non una volta ogni cinque mesi. Allo stesso modo bisogna allenare la mente che funziona nella stessa, identica, maniera".

Eva Henger sulla sedia a rotelle dopo l'incidente:
Eva Henger sulla sedia a rotelle dopo l'incidente: "Ho dolori allucinanti, piango per chi è morto"
Walter Nudo dopo l'incidente:
Walter Nudo dopo l'incidente: "Mi dissero che non sarei tornato a correre, invece..."
Walter Nudo:
Walter Nudo: "Dopo l'incidente non ho camminato per mesi, ma perdono chi mi ha travolto"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni