C'era grande attesa per la prima puntata di Volevo fare la rockstarla nuova serie che arriva nei mercoledì sera di Rai2 prendendo il posto di Rocco Schiavone, oramai una certezza del servizio pubblico in fatto di consenso dei telespettatori e della critica.

A guardare gli ascolti del debutto di Volevo fare la rockstarRai2 non può certo fare i salti di gioia, visto il seguito di 1.657.000 spettatori pari al 6.7% di share. Un dato che può crescere senza la concorrenza del calcio in prima serata e un prodotto che può avere una seconda vita on demand, decisamente più florida, su RaiPlay.

Perché Volevo fare la rockstar è iniziato alle 21

Ma la prima puntata di mercoledì 30 ottobre, oltre che per l'ottima qualità del prodotto e una certa innovazione nello stile di racconto, si è fatta notare per un dettaglio, sottolineato da quei molti telespettatori che hanno apprezzato il prodotto con Valentina Bellé e Giuseppe Battiston e attraverso i social hanno rimarcato il dettaglio dell'inizio della prima serata anticipato alle 21. Scelta di Rai2 dipesa proprio dalla giornata infrasettimanale di Serie A di scena mercoledì, che ha portato la rete a programmare l'inizio di Volevo fare la rockstar alle 21 per poi lasciare spazio a Novantesimo Minuto in seconda serata. Variazione rispetto all'abituale partenza della prima serata di Rai2 alle 21.20, che ha ribaltato le aspettative di molti telespettatori, ormai abituati ad un prime time da anni oggetto di un continuo slittamento in avanti dell'orario di inizio.

Pro e contro della partenza anticipata

Quando l'inizio della prima serata viene anticipato, insomma, la differenza si sente e in tutti i sensi. Se per il telespettatore è infatti un elemento positivo, perché agevola chi desidererebbe non dover scegliere tra il dormire e guardare un programma fino alla fine, il rovescio della medaglia è che l'inizio di Volevo fare la rockstar alle 21 possa aver penalizzato gli ascolti dei primi due episodi della serie, proprio in virtù della disabitudine dello spettatore, ormai avvezzo ad altri orari.

Perché la prima serata inizia sempre più tardi

Il tema risveglia una questione eterna, quella di una prima serata che inizia troppo tardi. Questione che si ripropone all'inizio di ogni stagione televisiva e che riguarda tutte le reti generaliste, le quaòo davanti alle sollecitazioni si defilano sempre con reticenza dalla questione, spesso attribuendo la responsabilità alla concorrenza. Ma perché la prima serata inizia così tardi? Questa dinamica è attribuibile principalmente alla gestione degli spazi pubblicitari e innesca una logica, riguardante in modo particolare le emittenti private, per la quale i programmi di prima serata partono ben oltre le 21 per terminare sistematicamente a notte fonda. Non è un caso, dunque, che ad ogni variazione minima il tema torni di grande attualità e si tratta di un aspetto che i responsabili dei palinsesti farebbero bene a notare.