Seconda aggressione per Vittorio Brumotti, l'inviato di Striscia la Notizia che sta svolgendo una serie di servizi sulla vendita di droga nelle principali città italiane. A pochi giorni dall'episodio accaduto a Bologna, Brumotti e la sua troupe si sono stavolta recati a Padova, nell'area antistante la stazione ferroviaria. Anche in questo caso, il gruppo non è stato decisamente ben accolto dagli spacciatori locali, che li hanno accerchiati e inseguiti. Non sono mancati sputi, schiaffi e il lancio di una bottiglia.

L'aggressione alla troupe di Striscia la Notizia

L'accaduto è stato mandato in onda nella puntata di Striscia la Notizia di giovedì 23 novembre. Il fatto risale alla sera di mercoledì 22. Nel filmato trasmesso dal tg satirico di Antonio Ricci, vediamo Brumotti girare con l'inseparabile megafono alla ricerca di spacciatori di cocaina. Un gruppo decisamente numeroso, che la telecamera inquadra fino a scatenarne la dura reazione. Alcuni hanno tirato uno schiaffo e sputato addosso ai cameraman, oltre a lanciare una bottiglia contro la troupe, tanto che questa ha deciso di rifugiarsi all'interno della stazione. Qui, però, i ragazzi di Striscia sono stati seguiti dagli uomini visti in precedenza e accerchiati.

L'arrivo delle forze dell'ordine

I Carabinieri sono accorsi tempestivamente in aiuto della troupe. Il giorno dopo, Brumotti è tornato sul posto: "Qualche giorno fa, quest'area in cui ci hanno aggrediti ieri sera è stata teatro di un accoltellamento alle 4 di pomeriggio". Le telecamere di Striscia hanno inquadrato spacciatori anche in pieno giorno e l'inviato è deciso a continuare: "Mi metterò con una tenda in ogni piazza italiana e cercheremo di inquadrare le facce degli spacciatori, sperando che le istituzioni intervengano con una legge che fermi questo fenomeno".

L'aggressione e Bologna

Un analogo episodio era accaduto a Bologna, dove la troupe di Brumotti è stata aggredita e rapinata da personaggi intenti a trafficare stupefacenti nel Parco della Montagnola. Due di loro sono stati fermati dalle forze dell'ordine.