Da comprimario in "Orange is the new Black" a un personaggio che potrebbe dare vita a una serie tutta sua, e che serie: BatWoman! Ne ha fatta di strada Ruby Rose, da Melbourne, una città che l'ha cresciuta tra diffidenze e mille difficoltà per la sua condizione. Coraggiosa combattente, proprio come i ruoli che ha interpretato nella sua fresca e già così ricca carriera, Ruby Rose ha conosciuto la violenza del bullismo scolastico dettato dalla scelta di fare coming out a 12 anni. Non lo nasconde nel messaggio con cui annuncia con grande gioia di essere proprio lei il profilo scelto per la nuova serie "Dc".

Ruby Rose è la prima eroina lesbica

Trentadue anni, Ruby Rose è la prima lesbica dichiarata ad interpretare il ruolo di protagonista di uno show televisivo dedicato ai supereroi. Un dettaglio che non è passato inosservato nell'ambiente LGBT, inorgoglito dall'annuncio. Lei stessa accoglie così la notizia:

È stato un colpo che mi ha distrutto emotivamente. Sono entusiasta, onorata. È un ruolo che è un sogno dell'infanzia. Sarei morta pur di vedere un personaggio così in televisione quando ero un giovane membro della comunità LGBT che non si sentiva mai rappresentata, e mi sentivo sola e diversa. Grazie a tutti, grazie Dio.

BatWoman nel Dc Universe

Ruby Rose sarà BatWoman inserita all'interno dell'universo DC, che comprende già "Arrow", "The Flash", "Supergirl" e "DC's Legends of Tomorrow", tutte in onda su THE CW. Il suo ingresso sarà in uno degli episodi di "Arrow" in cui ci saranno anche tutti gli altri personaggi dell'universo narrativo DC Comics. Le società di produzione Warner Bros Television e DC Entertainment hanno voluto ascoltare le richieste dei fan di dare il ruolo di BatWoman a un'attrice apertamente lesbica. Sulla serie tutta dedicata al personaggio creato da Bob Kane e Sheldon Moldoff nel 1956, ci sta lavorando Caroline Dries (The Vampire Diaries), anche lei un punto di riferimento della comunità LGBT.

A post shared by Ruby Rose (@rubyrose) on