Non c'è ancora una data precisa per i funerali di Antonio Megalizzi, il giornalista italiano 28enne rimasto ucciso in seguito alla sparatoria di Strasburgo dello scorso 11 dicembre. Il servizio pubblico ha comunicato nelle scorse ore una decisione editoriale simbolicamente molto forte, dato che Rai Radio, proprio nel giorno delle esequie del reporter italiano, trasmetterà l’Inno alla Gioia di Johann Christoph Friedrich von Schiller, reso famoso nel mondo da Ludwig van Beethoven e divenuto l’Inno Ufficiale dell’Unione Europea e del Consiglio d’Europa.

Una scelta che va nella direzione di onorare i valori che Megalizzi aveva sempre sostenuto e che lo avevano guidato nel muovere i suoi primi passi nel mondo del giornalismo imponendosi come un talentuoso reporter. Il comunicato reso noto dalla Rai recita che "tutti i canali Rai Radio, compresi quelli digitali, lo trasmetteranno con l’obiettivo di rendere omaggio ad Antonio e per indicare ai giovani e a tutti il suo esempio, la sua passione,  il suo impegno nel lavoro. In questo modo Rai intende onorare gli ideali europei di Antonio, con una musica emblema di concordia, per contrastare l’orrore".

La salma di Megalizzi in Italia nei prossimi giorni

La notizia della morte di Antonio Megalizzi è giunta a tre giorni di distanza dalla sparatoria avvenuta nei mercatini di Natale. La famiglia Megalizzi e la compagna Luana resteranno a Strasburgo fin quando la salma di Antonio non farà ritorno in Italia. È probabile che già mercoledì o giovedì prossimi potranno essere celebrati i funerali del ragazzo che si terranno sicuramente nel Duomo di Trento e dal vescovo, mons. Lauro Tisi. Per onorare il ricordo del giovane giornalista radiofonico ucciso durante l'attentato al mercatino di Natale nel giorno delle esequie il sindaco della città proclamerà il lutto cittadino.