Mediaset rende omaggio a Luis Sepulveda, lo scrittore cileno morto il 16 aprile all'età di 71 anni dopo quasi due mesi di lotta al coronavirus. Italia 1 ha deciso di trasmettere quello che è forse il film più famoso tratto dalla sua bibliografia: il film d'animazione "La gabbianella e il gatto", adattamento dal celebre romanzo per ragazzi "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare". La pellicola va in onda venerdì 17 aprile alle ore 16.20. Un appuntamento perfetto per i giovanissimi, costretti in casa dalla pandemia.

 La gabbianella e il gatto

"La gabbianella e il gatto", film del 1998, è diretto da Enzo D'Alò, nome fondamentale dell'animazione italiana. All'epoca dell'uscita in sala fu peraltro un grande successo da oltre 12 miliardi di lire, tanto da essere il film animato italiano più fortunato al botteghino. Racconta la storia dell'amicizia tra la gabbiana orfana Fortunata e il gatto Zorba e i suoi compari. Ottimo il cast doppiatori: Carlo Verdone (Zorba), Antonio Albanese (Grande Topo), Domitilla D'Amico (Fortunata), Ivana Spagna (Kengah) e lo stesso Luis Sepulveda (il Poeta).  Oltre alla messa in onda su Italia 1, "La gabbianella e il gatto" è disponibile anche sulle piattaforme Netflix e Infinity.

Luis Sepulveda tra letteratura e cinema

Tra i più celebri romanzi di Sepulveda, oltre a "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" ("Historia de una gaviota y del gato que le enseñó a volar"), si ricordano anche "Il mondo alla fine del mondo", "Un nome da torero", "Incontro d'amore in un paese in guerra", "Le rose di Atacama", "Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico". Anche un altro noto libro scritto dal romanziere cileno, "Il vecchio che leggeva romanzi d'amore", è stato adattato al cinema, nell'omonimo film di Rolf de Heer con Richard Dreyfuss, Hugo Weaving e Timothy Spall.