Ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, Natalia Titova ha confessato di essere nata con un problema al ginocchio che le ha fatto rischiare di perdere una gamba. Soffre di osteomielite, un’infezione che dalle ossa si diffonde ai muscoli e che avrebbe potuto impedire alla Titova di ballare. La ballerina ha raccontato di averlo scoperto quando era piccolissima e di avere deciso di lasciare Ballando quando ha compreso che la malattia si sarebbe aggravata, senza permetterle di lasciare il palco nella maniera in cui avrebbe voluto:

Mi è dispiaciuto, ma non volevo peggiorare davanti al pubblico italiano che mi guardava. Volevo finire quando stavo ancora al top e credo che tutti gli sportivi la pensino così. Sapevo che più di quello non avrei potuto dare. La decisione è stata veramente dura, ma ero consapevole che sarebbe stato meglio smettere in quel momento.

La decisione di lasciare la danza

Ad aiutare Natalia sono stati i suoi genitori che, seguendola passo dopo passo, le hanno consentito di dedicarsi alle discipline sportive più svariate: “Sono nata con un problema al ginocchio, una osteomielite e i dottori mi avevano vietato qualsiasi tipo di sport. Da piccola ho rischiato di perdere la gamba e fino a 16 anni sono andata dal dottore due volte l’anno. Prima di entrare dal medico mia mamma si raccomandava di non dirgli che invece loro mi facevano fare sport. Ho fatto di tutto grazie a mio padre e a mia madre: ginnastica ritmica, pallavolo, nuoto, danza”. Sarebbe questo il motivo che ha spinto la compagna di Massimiliano Rosolino avrebbe deciso di lasciare la danza prima del previsto:

Il problema al ginocchio non può sparire, può solo peggiorare. Per questo motivo ho smesso un pochino prima di ballare: sentivo che meglio di così non potevo fare. Meglio andare via dieci minuti prima che un’ora dopo.

La nostalgia della Titova per la Russia

Arrivata in Italia per lavoro, Natalia non è più tornata a vivere in Russia. Il suo paese d’origine, comprensibilmente, le manca: “Mi manca tanto, ma quando torno ora mi sento quasi una turista. Tutto cambia in fretta, cambiano le città e le persone. Mi manca un po' la mentalità russa”. In Italia, oltre al lavoro ha trovato l’amore: è legata al nuotatore Massimiliano Rosolino dal quale ha avuto due figlie.