Lutto nel mondo della produzione televisiva e cinematografica: è morto Raffaello Monteverde, nome dietro tante fiction di successo. Tra le altre cose, produsse due fiction dall'immenso successo come Incantesimo e Elisa di Rivombrosa. La notizia della sua scomparsa è data dal Messaggero, che ha riferito come Monteverde sia deceduto sabato 24 aprile a Roma nella sua abitazione, assistito dalla moglie Cristiana Zucchiatti (presidente del premio Afrodite). Si è spento all'età di 79 anni, compiuti da poco.

La carriera di Raffaello Monteverde

Incantesimo
in foto: Incantesimo

Nato a Roma il 16 aprile del 1942, Monteverde aveva iniziato lavorando all'Onda Telerama di suo fratello Geo Tapparelli come segretario di produzione sul set dei Caroselli. Anni dopo, aveva fondato la Solaris Film con Adriano Ariè, producendo sceneggiati Rai dalla fine degli anni 70, come Diario di un giudice e diverse serie dirette da Vittorio De Sisti. Tra le sue produzioni, anche serie internazionali come Sei delitti per padre Brown che vinse il Premio Flaiano per la sceneggiatura. A fine anni novanta produsse vari film per la TV in coproduzione con gli Stati Uniti, tra cui Indiscretion of an American Wife, remake del film Stazione Termini di Vittorio De Sica. Risale al 2000 la fortunata collaborazione con Guido e Maurizio De Angelis, che dà vita quattro stagioni della serie Incantesimo su Rai1 (dalla 3 alla 6) ed Elisa di Rivombrosa di Cinzia TH Torrini, uno dei più grandi successi della storia delle fiction Mediaset. Ha prodotto tra l'altro anche Renzo e Lucia di Francesca Archibugi (per cui ha ricevuto la candidatura al premio Efebo d'oro come Miglior Produzione TV Europea) e Rex, sequel della serie austriaca Il commissario Rex, 6 passi nel giallo, Amanda Knox e I segreti di Borgo Larici. Non sono mancate alcune incursioni nel teatro (Anonimo veneziano) e nel cinema (Ho amici in Paradiso).

Il ricordo di Cinzia TH Torrini

Elisa di Rivombrosa
in foto: Elisa di Rivombrosa

È sempre il messaggero a riportare il saluto della sodale Cinzia TH Torrini, regista Elisa di Rivombrosa: "Insieme abbiamo realizzato la serie che ancora adesso è nei cuori di milioni di spettatori di più generazioni e ha fatto sognare sia donne sia uomini in Italia e all'estero: Elisa di Rivombrosa. Fu lui nel 2001 a propormi la regia della prima lunga serie in costume mai realizzata. Un uomo generoso, di talento come lo sono i grandi produttori che sanno vedere lontano. In lui ho trovato oltre all'amicizia, un esempio di grande umanità unita al coraggio e all'instancabile passione per questo mestiere! Grazie per tutto, Lello".

Il cordoglio di Giulio Berruti

Anche l'attore Giulio Berruti ha espresso il suo dolore, con un messaggio Instagram: "Oggi ci lascia un pezzo importante della televisione italiana. Hai fatto sognare milioni di famiglie con i tuoi successi. A molti di noi hai trasmesso un mestiere, una passione. Io ti ricordo così, sorridente a Malta mentre giravamo nel 2014 tra un pomodoro al sale che tanto amavi per pranzo, ed un ciak. Mi dispiace molto Lello. TANTO. Un abbraccio grande alla tua famiglia!".