Morta Paola Nappi, la giornalista del Tg3 Toscana che aveva avuto un Ictus all'Isola del Giglio mentre documentava gli avvenimenti della Costa Concordia. Aveva avuto un malore nel 2012, mentre era inviata per il Tg3 Toscana, e oggi lascia due figli. I funerali sono previsti per venerdì alle 15:00 alla chiesa di Antignano. È scomparsa nella mattinata di mercoledì 9 gennaio, la giornalista Paola, che aveva solo 51 anni ed era livornese di nascita, lei che era stata in prima fila per raccontare i fatti della Costa Concordia e soprattutto le conseguenze che quella sciagura provocò. "Da allora non ha mai smesso di lottare", ha ricordato il padre Roberto, annunciando la scomparsa della figlia.

Da quando le sue condizioni di salute erano peggiorate, circa un mese e mezzo fa, Paola Nappi era stata ricoverata in una struttura a Cecina. Una morte precoce, che non sarà particolarmente semplice da affrontare dai due figli: Leonardo, 19 anni, e Gaia di 15, oltre che dal marito Nicola. I funerali di Paola Nappi si svolgeranno venerdì 11 gennaio 2019, alle ore 15:00, nella chiesa di Santa Lucia, ad Antignano.

Era l'aprile del 2014, quando l'amica giornalista di Vanity Fair, Irene Vella, la intervistò dopo il terribile ictus che l'aveva colpita sull'Isola del Giglio. "Hai visto come sono cambiata? Sono l'ombra di me stessa" le disse, aprendole la porta di casa e accogliendola nel suo mondo. La chiacchierata tra le due colleghe e amiche si intitolava ‘Io, salvata dagli angeli della Concordia‘ e portava con sé quella suggestione avuta sul posto, che solo una professionista da prima linea come lei aveva potuto avvertire in un modo così significativo. Il momento più bello della sua ripresa? Non ebbe dubbi, né particolari esitazioni, nel rispondere: "Quando mio marito mi ha portato il tablet e mi ha detto di scrivere sul mio profilo per salutare tutti. Ho scritto solo: “ciao sono Paola, la giornalista guerriera: ce l'ho fatta".