Interveniamo in nome e per conto dell’Artista Marco Castoldi, in arte Morgan, il quale ha incaricato l’intestato Studio di rappresentarlo e difenderlo a seguito della pubblicazione in data 4 aprile 2019 sulla testata “Funpage” dell’articolo dal titolo “La bestemmia che Morgan avrebbe pronunciato in diretta da Barbara D’Urso”. L’articolo sopra riportato ha rappresentato una notizia del tutto infondata con grave danno all’immagine pubblica dell’Artista. Il Sig. Marco Castoldi, in arte Morgan, durante la trasmissione non ha proferito alcuna bestemmia e/o imprecazione che possa definirsi tale, bensì letteralmente diceva “eccoci”. Vi chiediamo dunque di voler provvedere, ai sensi dell’art. 8 Legge 47/1948, alla rettifica di quanto riportato nel citato articolo con la collocazione prevista dalla legge e con risalto analogo a quello riservato al brano giornalistico cui la rettifica si riferisce. Parimenti, Vi esortiamo a rimuovere e/o bloccare ogni possibile link a tale articolo da qualsiasi piattaforma social network, quale a titolo di esempio e non esaustivo: Facebook, Twitter ed Instagram e comunque su ogni altro profilo o contatto a Voi riconducibile. Con ogni più ampia riserva di agire per il ristoro di tutti i danni patiti e patiendi dal nostro Assistito, in difetto di immediato positivo riscontro, ci vedremo costretti a procedere nelle competenti sedi giudiziarie, civile e penale, per la tutela delle ragioni del nostro Assistito.