Per chi non lo sapesse esiste una serie televisiva che, in un certo qual modo, è la legittima antagonista del grande progetto seriale che fu Sex & The City. Si tratta di Modern Love, il prodotto firmato Amazon Prime che ha come protagonista Anne Hathaway e che è già visibile sulla piattaforma streaming del colosso da fine ottobre.

Un nuovo modo di parlare d'amore

Se le storie di Carrie Bradshaw ci avevano abituato ad una visione dell'amore un po' altisonante, talvolta anche brutale, seppur caratterizzata di una propria visione intimistica e riflessiva, quello che accade in Modern Love è totalmente l'opposto. Se Carrie utilizzava la sua rubrica per sviscerare i quesiti che affollavano la sua mente in merito ad amore e rapporti interpersonali, se scrivere diventava un modo per riflettere in primis sulla sua vita e poi su come certe dinamiche comportamentali potevano incidere sulla vita di chi si trovava a leggerla, nella nuova serie televisiva di Amazon ad essere protagonisti sono i pensieri e le storie dei lettori che si caratterizzano per la loro disarmante semplicità e naturalezza. Da fidanzamenti interrotti all'improvviso, le difficoltà di un matrimonio in crisi,

La rubrica del New York Times

In realtà Modern Love è il nome che il New York Times ha dato alla rubrica dedicata alle questioni di cuore dei suoi lettori che in tantissimi scrivono al quotidiano, raccontando le loro storie di vita vissuta. Ed è questo che fa la differenza. Non ci sono amori struggenti, o almeno non sempre, non ci sono storie incredibili, ma c'è la consapevolezza che a volte, parlare di sé stessi e della propria vita, per quanto normale possa essere può risultare più accattivante di quanto non sia il racconto di esperienze paradossali. Amazon aveva pensato a dar vita alla serie televisiva dopo che, seguendo questo stesso filone, erano stati creati anche i podcast e un libro, sulle storie di Modern Love.

All of us during cuffing season. #ModernLove

A post shared by Modern Love (@modernlovetv) on