346 CONDIVISIONI

Le ipotesi di Chi l’ha visto sull’omicidio di Melania Rea

Se Salvatore Parolisi non ha ucciso Melania Rea, chi è il killer della giovane donna? Questa è la domanda a cui hanno provato a rispondere a Chi l’ha visto su Rai 3. Inoltre Federica Sciarelli ha intervistato ancora Salvatore Rea su una nuova notizia trapelata in questi giorni sulla relazione tra Parolisi e la sua amante.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
346 CONDIVISIONI
rea a chi l'ha visto

Il 28 settembre 2011 è andata in onda una nuova puntata di Chi l’ha visto, la trasmissione di Rai 3 dedicata alle persone scomparse e ai crimini avvenuti in Italia. Nella puntata grande spazio è stato dato alla scomparsa di Simona Floridia, una ragazza di 17 anni, sparita da Catania nel 1992. Si è cercato di capire se la fattucchiera che la ragazzina frequentava da qualche tempo possa aver avuto un ruolo nella sua scomparsa. Ma Federica Sciarelli si è occupata anche di Jason Pruscino, un neonato di pochi mesi sparito da Folignano (Ascoli Piceno): al momento i genitori sono in carcere perchè sospettati di averlo ucciso.

Ma non poteva mancare il consueto spazio dedicato agli sviluppi sull'omicidio di Melania Rea. In studio era presente Salvatore Rea, il padre di Melania: l'uomo ha raccontato di aver scoperto che Parolisi chattava con l'amante dal computer di Salvatore nella sua casa di Somma Vesuviana e amareggiato sempre più ha detto:

L’ho scoperto il 30 giugno, quando ero andato a Folignano a prendere alcune cose di mia figlia. Ci sono rimasto malissimo perché Salvatore chattava con un’altra proprio quando era a casa mia con la figlia e la moglie presenti.

Se Salvatore Parolisi non ha ucciso Melania Rea, chi è stato?

Intanto la redazione di Chi l'ha visto? si è fatta una domanda: se Salvatore Parolisi fosse davvero innocente, chi è stato l'assassino e come è avvenuto? Sono state proposte alcune ipotesi, la prima prende in considerazione l'idea che l'omicidio sia stato premeditato e quindi che il killer abbia seguito la coppia e abbiamo approfittato dell'allontanamento di Melania Rea, tra le 14.10 e le 14.15 su Colle San Marco, e l'avrebbe convinta a salire in auto con lei per portarla poi al Bosco delle Casermette per ucciderla in modo brutale nel luogo in cui la donna ha fatto l'amore con il marito 10 giorni prima (così come dichiarato da Parolisi). La seconda ipotesi prende in consideraizone che ad aver ucciso Melania Rea sia stato un maniaco solitario, un uomo che preso dal raptus omicida ha caricato in macchina la donna incontrata per caso su Colle San Marco e abbia guidato per 15 minuti fino alle Casermette per commettere l'omicidio. Certo, le ipotesi si possono fare ma cozzano contro l'evidenza dei fatti e la mancanza di prove che possano scagionare Parolisi, solo per citarne uno, infatti nessuno ha visto la famiglia Parolisi su Colle San Marco quella mattina.

Emergono anche nuovi elementi sulle intercettazioni tra Salvatore Parolisi e la sua amante  avvenuta il giorno dopo la scomparsa di Melania: Parolisi raccontò alla ragazza quello che era successo e  le disse che sospettava che Melania si fosse allontanata per riconquistarlo. Il caporalmaggiore confessò anche di essersi accordato con i suoceri di non dire che ormai la coppia era in crisi e che stava per arrivare alla separazione. Addirittura Parolisi fece una lista di possibili killer di Melania in cui comparivano alcune ex allieve, vicini di casa e un venditore ambulante che aveva importunato Melania a San Benedetto del Tronto.

346 CONDIVISIONI
A Chi l'ha visto Paciolla racconta l’omicidio di Melania Rea
A Chi l'ha visto Paciolla racconta l’omicidio di Melania Rea
Chi l’ha visto collega Parolisi all’omicidio di Melania Rea
Chi l’ha visto collega Parolisi all’omicidio di Melania Rea
Valentina a Chi l’ha visto: Melania Rea minacciò l'amante del marito
Valentina a Chi l’ha visto: Melania Rea minacciò l'amante del marito
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni