Ormai i fenomeni virali "istituzionalizzati" da media convenzionali come la televisione sono all'ordine del giorno. L'ennesimo esempio di questo fenomeno è la parabola di Sven Otten, ballerino tedesco di 29 anni che in questi ultimi giorni avrete sicuramente visto tutti. Otten, noto per il popolarissimo canale Youtube JustSomeMotion è infatti il protagonista di uno spot tv che nelle ultime settimane sta letteralmente spopolando perché capace di catturare gli occhi e l'attenzione del telespettatore pur non essendo dotato di slogan, volti famosi ed elementi particolarmente significativi. La cosa sorprendente si limita ad essere una: l'unione perfetta tra danza e musica.

L'effetto calamita di questa coreografia deve essere stato lo stesso fattore che ha spinto i pubblicitari a proporre alla compagnia telefonica Tim di imperniare l'intera campagna partita a dicembre su una coreografia studiata proprio da Otten. Un video postato sul suo canale Youtube anni fa, in cui balla sulle note di "All night" del musicista Parov Stelar, è arrivato a contare nientemeno che 30 milioni di clic, una cifra che ha reso Otten un vero e proprio personaggio, oltre che il protagonista della campagna.

Certo, qualcuno potrebbe sostenere che i pubblicitari non si siano sforzati poi più di tanto, visto che hanno apportato semplicissime e pressoché irrilevanti modifiche (il gruppo di ballo e le ambientazioni) ad una coreografia e una musica pre-impostate. Ma d'altronde tra i grandi segreti del marketing c'è anche la capacità di individuare e trasformare in vincente ciò in cui si intraveda qualcosa. Di sicuro il video di Otten doveva possedere queste caratteristiche e, arrivati a questo punto, nessuno sarebbe più capace di distinguere i vantaggi che lo spot abbia portato e porterà ad Otten da quelli che la coreografia del ballerino garantirà alla compagnia telefonica. Il video a seguire mostra quanto il video originale e lo spot della campagna "E’ bello avere tutto” si somiglino.

https://www.youtube.com/watch?v=KS7exYvtPwk