video suggerito
video suggerito

Ilaria D’Amico piange a Verissimo per la sorella Catia, morta nel 2019

Ilaria D’Amico è stata ospite sabato 20 febbraio a Verissimo, si è raccontata a Silvia Toffanin e si è commossa molto parlando della sorella Catia, scomparsa di recente per un tumore. “Non riesco ancora a parlare di lei È molto complicato. Lei per me era un punto di riferimento, la base a cui tornare”.
247 CONDIVISIONI
Immagine

Ilaria D'Amico è stata ospite sabato 20 febbraio a Verissimo, si è raccontata a Silvia Toffanin e si è commossa molto parlando della sorella Catia, scomparsa di recente per un tumore. "Non riesco ancora a parlare di lei", ha detto la giornalista. "È molto complicato. Lei per me era un punto di riferimento, la base a cui tornare, abbiamo vissuto una vita insieme e anche l’ultima parte del cammino l'ha condiviso con me", ha aggiunto. Le parole si spezzano con le lacrime. Con la morte della sorella Catia, Ilaria D'Amico ha perso centralità, ha perso un appoggio, ha perso il suo punto di riferimento. Un dolore molto forte per la ex conduttrice di Sky Calcio Show.

Il dolore di Ilaria D'Amico

Ilaria D'Amico ha confessato che a parlare della sorella Catia, le si spezza ancora il sorriso perché non riesce a capacitarsi della sua morte: "Io ho cercato di infonderle speranza, affinché lottasse fino alla fine. Lei ci ha restituito la sua ironia. Abbiamo affrontato questo percorso unite. Lei si è spenta piano piano". Ancora sulla sorella: "Ci ha legato il fatto di aver fatto questo percorso così terribile. Sento la mancanza fisica, ma la sento sempre con me". La preoccupazione, ora, è tutta per sua madre: "È una mamma molto forte, è una leonessa, solo questo poteva piegarla. Sta lottando tanto. Ma forse solo adesso, da qualche giorno, rivedo i suoi occhi che tornano a brillare", ha detto D'Amico.

Ilaria D'Amico ha detto addio al calcio

Ilaria D'Amico ha parlato anche del suo addio al calcio: "Ho chiuso un capitolo della mia carriera, quello del giornalismo sportivo. Avevo bisogno di fare qualcosa che non avevo ancora sperimentato". Si è lasciata andare a una battuta: "Ho lasciato prima io il calcio che il mio compagno", il chiaro riferimento a Gianluigi Buffon che a 43 anni gioca ancora.

247 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views