"Questo è servizio pubblico!". Applausi e apprezzamenti da tutta Italia stanno arrivando in tempo reale, attraverso commenti in pagina, messaggi e post su twitter, per la scelta di Rai3 di mandare in onda "Il tempo resterà". Il docufilm diretto da Giorgio Verdelli dedicato alla carriera di Pino Daniele, a due anni dalla morte per infarto avvenuta il 5 gennaio 2015, sta emozionando. Le sue parole, gli aneddoti degli amici, i filmati inediti, tutto un mondo dietro ad un'icona del blues, un pezzo di Napoli che, appunto, resterà nel tempo.

Il progetto.

Tra il materiale utilizzato per costruire il docufilm ci sono i commenti dello stesso Pino Daniele, che rivive quasi come voce narrante, accompagnato da Claudio Amendola. Tra gli artisti ed amici intervenuti: Joe Amoruso, Tony Esposito, Tullio De Piscopo, Renzo Arbore, James Senese, Eric Clapton, Jovanotti, Rino Zurzolo, lo storico contrabassista morto quest'anno, Enzo Decaro, Massimo Ranieri, Vasco Rossi, Sandro Ruotolo, Alessandro Siani, Corrado Sfogli, Massimo Troisi e Fausta Vetere.

I commenti sui social network.

Sui social network si muove un vero e proprio plebiscito di consensi. Da Ciro Pellegrino, giornalista di Fanpage.it, agli artisti della scena napoletana odierna, da Pepp-oh a Speaker Cenzou (aka Vincenzo Artigiano), tutti a celebrare e a rivivere il mito. E per una notte ancora, sì, la Rai si conferma attenta nella sua funzione di servizio pubblico.