Arriva l'estate ma la Rai non va in vacanza. Il servizio pubblico offre la possibilità ai suoi utenti di godere della compagnia di nuove trasmissioni e nuovi volti che entreranno nelle casa degli italiani a partire dal 17 giugno. La direttrice di Rai 1, Teresa De Santis, nella lunga conferenza stampa di presentazione del palinsesto estivo ha spiegato quali siano state le sue scelte che puntano ad un' "innovazione misurata" della rete ammiraglia e ha fornito dettagli interessanti su ogni programma, sottolineando il fatto che le trasmissioni del mattino siano costruite sull'informazione, mentre quelli pomeridiani avranno un taglio più sentimentale e d'intrattenimento.

"Uno Mattina" con la coppia Poletti-Bisti

"UnoMattina" il programma di informazione che apre le mattinate televisive di Rai1, sarà affidato a Roberto Poletti e Valentina Bisti. La conduttrice ha rivelato come la trasmissione si sia evoluta nel corso degli anni, divenendo un vero e proprio punto di riferimento:

Unomattina va in onda su Rai1 da oltre 30 anni, si è evoluta con l'evolversi della società. Noi racconteremo cosa succede oggi, gli usi e costumi. C'è un grande sinergia tra Rai1 e Tg1, che io rappresento. La squadra del Tg1 è pronta a intervenire nel caso di grandi emergenze. La novità è che Unomattina durerà mezz’ora in più. Gli spazi, che l’anno scorso erano di 7-8 minuti, saranno più ampi. Con Poletti c’è già sinergia, siamo due giornalisti.

"Tutto Chiaro" con Monica Marangoni

Uno dei programmi più attesi è quello affidato a Monica Marangoni, "Tutto chiaro", un format dedicato all'economica domestica, la salute e il benessere e la De Santis ha motivato questa sua scelta dicendo che la collaboratrice di Unomattina in Famiglia, è una donna dinamica, nonché una giovane madre e l'idea è quella di creare un vero e proprio tutorial per famiglie. Nel programma verranno trattati argomenti come le truffe online, ma la dimensione estiva darà spazio a servizi dal taglio più light. La conduttrice ha poi esordito dicendo: "Per me questa è una festa più che una conferenza. Tuttochiaro sarà una cosa un po’ nuova, la conduzione sarà leggera. L’obiettivo è dare consigli pratici per migliorare la vita". 

"Io e te" il programma di Pierluigi Diaco

Affidato a Pierluigi Diaco, il programma "Io e te", in onda dalle 13.30 sul quale Teresa De Santis si sofferma dicendo che è un programma incentrato sui sentimenti, la cui ispirazione è nata dalla canzone di Vasco Rossi, Come nelle favole. Diaco è stato scelto per le sue qualità da narratore, la direttrice di Rai1 lo definisce inoltre un giornalista brillante, che sarà capace di affrontare un format di questo tipo, supportato però dall'aiuto di Valeria Graci e Sandra Milo che curerà la rubrica della posta del cuore, dal momento che il format è in realtà diviso in tre parti.

Oggi torno in Rai con maturità e consapevolezza che in passato non avevo. Quello di Rai1 è un pubblico largo, che ama la tradizione. Andrò a braccio, non ho mai amato la tv scritta. Boncompagni diceva che la tv deve essere jazz, la costruzione del programma nasce in diretta. Si aprirà con una narrazione di 40 minuti su un argomento molto largo. Io leggo le riviste di costume,  che sarà al centro della prima parte. La seconda parte saranno storie over 70 di sentimenti, di persone che hanno vissuto il valore della famiglia. Nella terza parte intervista face to face con personaggi del costume italiano

Queste le dichiarazioni del giornalista più volte ospite nei salotti televisivi di Rai 1, con un lungo trascorso radiofonico, che conclude il suo discorso ringraziando i vertici della Rai.

"La Vita in Diretta Estate" con Beppe Convertini e Lisa Marzoli

Lo storico programma pomeridiano della prima rete Rai, La vita in diretta Estate, in onda dalle 16.45 è stato affidato a Beppe Convertini e Lisa Marzoli. Quest'ultima è uno dei volti storici della Rai, infatti dichiara: "Puntare su una risorsa interna non era così scontato. In Rai ho lavorato come giornalista, inviata, conduttrice e autrice". Novità del programma saranno gli inviati dotati di zainetti che gli consentiranno di muoversi raccontando i fatti di cronaca, ma non mancheranno argomenti e collegamenti più leggeri, annunciando che invece lo spazio dedicato al talk sarà raddoppiato, dando anche la possibilità al pubblico di esprimersi.

Le polemiche sulle scelte politicizzate

Molte sono state le polemiche nate in merito alle assegnazioni dei vari programmi televisivi, soprattutto le accuse che molti dei conduttori siano conniventi con la politica. In primis Roberto Poletti, il conduttore di UnoMattina Estate, su cui Teresa De Santis si esprime chiaramente, dicendo che rientra nella logica di "addizione e moltiplicazione" adottata dall'emittente:

Ho letto le polemiche degli scorsi giorni, posso capire la logica delle contraddizioni, ma il compito della Rai servizio pubblico restare quello di dare voce nella pluralità. Poletti, ad esempio, rientra nella logica di addizione e moltiplicazione di possibilità e di racconto. E comunque si tratta di un professionista di lungo corso. È stato parlamentare, ma non è una novità per la Rai se pensiamo a Fabrizio Del Noce.

Anche Poletti ha pensato di dire la sua riguardo a quello che è stato scritto sul suo conto in questi giorni, dicendo che l'opportunità di lavorare in Rai e in un programma così importante e seguito, rappresenta una svolta per la sua carriera, per questo si augura di poter essere valutato e giudicato per il suo operato da giornalista e non per altro. Altro punto forte della De Santis è il fatto di aver puntato su risorse interne, anche se la speranza è quella di trovare delle giovani risorse artistiche. E ancora sulla questione delle scelte politicizzate, la direttrice di Rai1 parla del suo rapporto con l'ad Salini e dichiara:

Con Salini ho un bellissimo rapporto, ma l'editore fa capo al governo. Noi qui dentro ci misuriamo con il prodotto che dobbiamo portare a casa nel miglior modo possibile; è su questo prodotto che io e Salini parliamo quasi ogni giorno, l'ultima volta mezz'ora fa. Questo tipo di collaborazione non è frequente in un'azienda. Un tempo la forza poltica in Rai era più forte. Salini ha deciso di scegliere me tra i tanti curricula a disposizione".