small_130211-140618_To110213Spe_0068

AGGIORNAMENTO 11/02/2013 ore 20 – Le dichiarazioni di Bianca Balti e del dirigente Rai sui compensi a Sanremo 2013 facevano parte di una messinscena organizzata da Francesco Facchinetti e Pippo Pelo. Anche quest'anno il terribile duo radiofonico è riuscito a fare il suo scherzo pre-Sanremo.

Sono I Corrieri della Sera ad annunciarli in onda su Kiss Kiss, a comunicare i compensi ufficiali per il Festival di Sanremo 2013. Hanno provocato non poco sdegno da parte della rete, poiché decisamente più alti rispetto a quel tetto di 50.000 € di cui si era parlato per la spending review imposta dall'azienda. Ai due conduttori, Fabio Fazio e Luciana Littizzetto guadagneranno rispettivamente € 1.000.000 e € 500.000. Maurizio Crozza ad esempio, ospite nella prima serata, percepirà € 400.000 di compenso. Carlo Verdone, che farà parte della giuria speciale insieme a Serena Dandini, si porterà a casa € 600.000. Il maestro Baremboim invece, ospite ricorrente di Fabio Fazio nei suoi programmi televisivi, riceverà dall'organizzazione un totale di € 700.000. All'altro musicista tra i grandi ospiti, Nicola Piovani, andranno invece € 600.000. € 700.000 anche per Roberto Baggio. Infine Bar Rafaeli e Bianca Balti, che ha anche risposto in maniera piuttosto piccata, affermando in diretta radio di averne chiesti € 800.000.

Dov'è la spending review? – Si sa, questo discorso ci ritroveremo a farlo per ogni Festival e per ogni spesa riguardi il servizio pubblico. Ma a fronte di un'edizione che è stata annunciata all'insegna del risparmio e delle spese limitate, ci si chiede sempre quanto siano giustificate delle cifre di questa portata, per una semplice presenza di pochi minuti in una serata del Festival. E' vero, si parla di cifre molto inferiori a quelle elargite negli anni precedenti ai super ospiti stranieri giunti in terra ligure, ma il riflesso automatico è questo: a questo punto non erano preferibili le star di Hollywood?