Dai rigidi tailleur anni 80 di Margareth Thatcher agli abiti anni 30-40 della First Lady americana ai tempi del New Deal, il passo può essere sorprendentemente breve, se ti chiami Gillian Anderson. L'attrice che passa con nonchalance dai ruoli americani a quelli inglesi (statunitense naturalizzata britannica, ha vissuto da entrambe le sponde dell'oceano) sarà Eleanor Roosevelt nella serie tv drammatica di Showtime The First Lady. Si tratta di una produzione antologica incentrata sulle mogli dei presidenti americani. La Anderson impersonerà la consorte di Franklin Delano Roosevelt ma non è l'unico volto noto scelto.

Chi era Eleanor Roosevelt

Grande icona della storia americana, figura importante del femminismo, Eleanor Roosevelt (1884 -1962) non si limitò a sostenere la politica del compagno di vita, il più longevo capo di stato americano (eletto quattro volte, presidente dal 1933 al 1945) che risollevò la nazione dalla crisi della Grande Depressione. La Roosevelt si impegnò anche nella tutela dei diritti civili (tanto da far ottenere al marito i voti degli afroamericani) ed ebbe un ruolo importante nel processo di creazione delle Nazioni Unite e nell'estensione della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo. Curiosamente, non prese il cognome del suo sposo: si chiamava anche lei Roosevelt e suo zio era Theodore Roosevelt, anche lui presidente americano.

La carriera di Gillian Anderson

Classe 1968, Gillian Anderson deve la sua popolarità a quello che è stato il suo primo vero ruolo, quello di Dana Scully nella serie cult X-Files. Tolti i panni dell'agente Fbi/patologa e investigatrice del paranormale (che ha indossato nelle due recenti stagioni revival), ha recitato in diversi film e serie tv, per ritrovare però il vero successo in anni recenti, soprattutto sul piccolo schermo. L'anno spartiacque è il 2013, quando interpreta il ruolo di Bedelia Du Maurier in Hannibal, serie prequel de Il silenzio degli innocenti, e quello iconico di Stella Gibson in The Fall – Caccia al serial killer. Recita in un'unica stagione ma lascia il segno in American Gods, e dal 2019 è Jean Milburn nella comedy Netflix Sex Education. Approda quindi nella quarta stagione di The Crown (serie creata dal suo compagno Peter Morgan), nel ruolo del primo ministro britannico Margaret Thatcher, che le vale la nomination ai Golden Globe. Curiosità: il ruolo della first lady è un po' un ritorno alle origini, dal momento che, in un episodio di X-Files, la sua Scully dichiarò che avrebbe voluto essere per un giorno… proprio Eleanor Roosevelt.

Le altre attrici di The First Lady

Come dicevamo, la serie sulle first lady americane comprende altre star importanti. Viola Davis sarà Michelle Obama, mentre Michelle Pfeiffer è stata chiamata per il ruolo di Betty Ford,  moglie di Gerald Ford, che a sua volta sarà impersonato da Aaron Eckhart. Altri nomi annunciati sono quelli di Jayme Lawson (Michelle Obama da giovane), Judy Greer (Nancy Howe), Kristine Froseth (Betty Ford da giovane), Rhys Wakefield (Dick Cheney). La regia è affidata a Susanne Bier, talentuosa cineasta danese che ha già diretto The Undoing: Le verità non dette.