Momenti di tensione in Piazza del Popolo a Roma durante la manifestazione dei Gilet arancioni. Il giornalista Luca Sappino di Tagadà, su La7, e l’operatore Marco Buscema si sono collegati in diretta con la trasmissione durante un momento di particolare concitazione. Il cronista e l’operatore si trovavano in piazza per documentare gli eventi quando sono stati raggiunti da un gruppo di persone che ha intimato ai due di andare via. “Non ci dovete venire a rompere i cog***, ma lavori per chi?” è la domanda posta da un uomo all’operatore che filma la scena, trasmessa in diretta su La7.

Sappino e Buscema lasciano la piazza

Siete degli infami!” protesta ancora una donna rivolta a giornalista e operatore mentre alcune persone rimaste ai margini della scena provano a riportare ordine e calma. “Che sta succedendo, Luca?” chiede Tiziana Panella dallo studio, evidentemente preoccupata dal clima della contestazione. “Ho commesso un errore” spiega Sappino “perché ho lasciato le tribune ma anche solo avvicinarsi vuol dire essere sottoposti a un attacco”. “Sto documentando la piazza” tenta ancora di spiegare il giornalista a un uomo che gli si avvicina “volevo far vedere l’arrivo di Pappalardo ma siamo stati aggrediti”. Il clima diventa ancora più teso quando, avvicinato da una donna, Sappino le chiede di indossare la mascherina. La contestazione si riacutizza e il giornalista e la troupe decidono di lasciare la piazza: “Ci sono stati momenti di tensione con Marco Buscema, il nostro operatore, che è stato spintonato per farci allontanare dalla piazza”.

Il video dell’aggressione a Piazza del Popolo

La7 ha pubblicato su Twitter il video dell’aggressione subita dal giornalista Luca Sappino e dall'operatore Marco Buscema, inviati a Roma per documentare la manifestazione dei Gilet arancioni.