Eva Henger ha ricostruito a Pomeriggio 5 le drammatiche circostanze dell'intervento d'urgenza al seno cui si è sottoposta di recente. A causa di alcune complicazioni, l'operazione è durata molto più del previsto e la ex naufraga dell'Isola dei Famosi ha ammesso che, senza l'aiuto di un bravo chirurgo, avrebbe rischiato grosso. La Henger ha sempre ammesso di avere il seno rifatto, ma in questo caso è stata costretta a operarsi non per motivi estetici ma per una questione di noduli benigni, cui si è aggiunto un ulteriore problema.

Nella prima operazione, tanti anni fa, mi avevano asportato una parte di seno sinistro a causa della presenza di noduli e micro-cisti. In questa nuova operazione, ci sono state complicazioni. Doveva durare un'ora, ma il problema era molto più grave del previsto.

I dettagli dell'intervento

Già il marito di Eva, Massimiliano Caroletti, aveva spiegato a Fanpage.it che l'intervento era durato addirittura quattro ore, parlando di "situazione compromessa". A svelare i dettagli nel salotto di Barbara D'Urso è stato lo stesso chirurgo che ha operato la Henger, il professore Pietro Lorenzetti, abituale ospite dei programmi di Canale 5: "Ho trovato una situazione complessa. Lei aveva una zona durissima attorno alla protesi con una raccolta di sangue rimasto lì dentro per molti anni. Questa zona infiammatoria le causava dolore, lei non poteva alzare il braccio. L'intervento, quindi, è durato di più".

I rischi per Eva Henger

La Henger ha continuato, raccontando particolari piuttosto sgradevoli:  "Questo sangue non era più sangue, era diventato un orribile liquido marrone! Io mi sono operata per dei noduli, non per motivi estetici. Avevo un bozzo enorme e non riuscivo più ad alzare il braccio. Io soffrivo da tempo di questi noduli, per fortuna, sempre benigni. Con questa complicazione che ho avuto, se fossi andata da un dottore poco serio, forse non sarei qui". Lorenzetti ha precisato: "Si tratta di masse benigne, che però danno problematiche che fanno stare male. Ricordiamo che bisogna fare controlli sempre, ovviamente anche se non si ha le protesi". "Prevenzione sempre, fate la mammografia", è stato l'appello finale di Barbara D'Urso.