Damiano Coccia, detto Er Faina, ha pubblicato le chat incriminate da Tina Cipollari negli studi di Uomini e Donne, nelle quali, a detta della nota opinionista, l'influencer romano avrebbe insultato suo figlio Mattias. Uno screzio che sarebbe avvenuto quattro anni fa a seguito di una richiesta di Mattias Nalli, che non voleva vedere video contro la madre realizzati dall'odiatore della rete. Dalle chat, però, non si evincono le offese, tanto meno quella sulla quale Tina non sarebbe passata sopra data la gravità. Da qui l'aggressione in studio.

"Non ho mai detto figlio di putt**a al figlio di Tina" esordisce così Er Faina in uno dei suoi post Instagram, su una pagina da quasi 1 milione di followers. L'odiatore del web si scatena e precisa di non aver mai attaccato Mattias, pubblicando gli screen della chat incriminata. Nelle foto in questione si vede la richiesta di Mattia Nalli, allora solo 12enne, e il rifiuto di Damiano nell'accondiscendere ai suoi desideri di adolescente ferito. Nessuna offesa, almeno stando a questi screen, né turpiloquio. Eppure in studio Tina Cipollari si era detta sicura dell'oltraggio subito e, nonostante le scuse di Damiano, tenuto buono dalla sua Sharon Macrì, non si è placata ed è uscita dallo studio. E a quel punto, Er Faina ha spiegato anche i motivi del suo astio di allora:

Sono trent'anni che stai qua dentro a insultare tutti e punti il dito su di me? Io me la sono presa con lei perché aveva detto certe parole nei confronti di Gianmarco Valenza, criticai i toni che lei ha avuto. Magari ho sbagliato all'epoca i toni anche io, ma in questo istante sta sbagliando lei. Poi se la prende con me solo adesso che sto a Temptation Island e che sto a Uomini e Donne, perché non mi ha parlato quattro anni fa?