La transizione verso il nuovo digitale terrestre, il DVB – T2, obbligherà alcune famiglie a cambiare i propri televisori. Per comprendere in totale autonomia se il proprio apparecchio televisivo è abilitato o meno alla ricezione del nuovo standard di trasmissione, obbligatorio a partire da giugno del 2022, Rai e Mediaset hanno lanciato due canali test. Esiste un modo molto semplice di verificare se il proprio televisore rientra tra quelli abilitati, raggiungibile direttamente dal telecomando.

I canali 100 e 200

Mediaset ha lanciato un canale test già raggiungibile al numero 200 del telecomando. Una volta digitato, lo schermo dovrebbe restituire la dicitura “Test HEVC Main10”, scritta che identifica il nuovo protocollo di trasmissione e indica che un televisore è abilitato alla ricezione del segnale. Qualora lo schermo dovesse restituire un’immagine nera, bisognerà procedere alla seconda fase della verifica, una serie di test successivi necessari a determinare l’eventuale cambio dell’apparecchio o la sua integrazione con un decoder.

Cosa fare se non si visualizza il canale

Se sintonizzandosi sul canale 200 – l’unico già disponibile, la Rai lancerà il canale test “100” venerdì 17 gennaio – lo schermo non restituisce il codice “Test HEVC Main10”, si potrà procedere in due modi: o risintonizzando tutti i canali e tentando nuovamente di agganciare il canale “200” per verificare di superare il test, oppure verificando che il 200 non sia già occupato da un’altra emittente. Se, dopo avere tentato i due passaggi precedenti, la schermata del canale 200 resta nera, bisognerà procedere con la sostituzione del televisore oppure con l’integrazione di un decoder di ultima generazione che consenta la ricezione del nuovo standard di trasmissione, stabilito nel Decreto Ministeriale 19 giugno 2019 del Mise.