6 Agosto 2021
09:00

Bebe Vio racconta le Paralimpiadi di Tokyo con una serie su RaiPlay

“I Fantastici – fly2tokyo”, si chiama così la serie, disponibile da venerdì 6 luglio su RaiPlay, attraverso la quale Bebe Vio racconta la stradra per le Paralimpiadi di 11 atleti azzurri, prima dell’inizio dei giochi, che andranno in scena a Tokyo dal 24 agosto al 5 settembre. Undici puntate da 15 minuti, con uno speciale da 40 minuti per chiudere.
A cura di Andrea Parrella

Dal 24 agosto al 5 settembre andranno in scena le Paralimpiadi di Tokyo 2020, dopo giochi olimpici che hanno portato grandi risultati per l'Italia. E con le Paralimpiadi arriva “I Fantastici – fly2tokyo", disponibile da venerdì 6 luglio su RaiPlay. Una serie di dieci puntate che racconterà il viaggio degli atleti paraolimpici dall'interno. Un'avventura guardata attraverso gli occhi di Bebe Vio, che racconterà la storia di 11 giovani protagonisti della prossime Paralimpiadi, per i quali la lotta per conquistare una medaglia coincide con quella per riconquistare la propria vita.

Fly2tokyo dal 6 agosto su RaiPlay

Una finestra sul mondo paralimpico con Bebe Vio testimonial d’eccezione. Da venerdì 6 agosto arriva in esclusiva su RaiPlay “I Fantastici – fly2tokyo”. Dieci puntate in boxset da 15 minuti ciascuna, più una speciale da 40’, che racconteranno le storie di altrettanti atleti, pronti a lanciarsi nella scommessa di qualificarsi alle Paralimpiadi di Tokyo. Si va dall'atletica leggera al nuoto, passando per il sitting volley, lascherma in carrozzina, triathlon e basket in carrozzina.

La storia di 11 atleti paralimpici

L'idea di partenza è proprio di Bebe Vio che ha deciso di seguire il percorso sportivo di 10 atleti dell’art4sport team (derivato dall’Associazione art4sport ONLUS, fondata nel 2009 dai genitori di Bebe) in vista delle Paralimpiadi. Ognuno racconterà il suo percorso di preparazione e le esperienze vissute, delusioni comprese. Oltre a Bebe Vio, ci sono Emanuele Lambertini (scherma in carrozzina), Edoardo Giordan (scherma in carrozzina), Francesca Fossato (sitting volley), Riccardo Bagaini (atletica leggera), Marco Pentagoni (atletica leggera), Lorenzo Marcantognini (atletica leggera). E ancora: Davide Obino (basket in carrozzina), Vittoria Bianco (nuoto), Veronica Plebani (triathlon), Ambra Sabatini (atletica leggera).

Dieci puntate da 15 minuti ciascuna, più una speciale da 40′, attraverso le quali Bebe vince la scommessa di portare almeno 6 di questi atleti fino alla qualificazione. Oltre a lei infatti, che già a Rio nel 2016 aveva conquistato la medaglia d'oro nel fioretto individuale, saranno alle Paralimpiadi di Tokyo anche Lambertini, Giordan, Fossato, Bianco, Plebani e Sabatini.

Bebe Vio: "Prima di Tokyo avevo perso 10 chili. Appena finivo le gare svenivo e vomitavo"
Bebe Vio: "Prima di Tokyo avevo perso 10 chili. Appena finivo le gare svenivo e vomitavo"
Bebe Vio Oro alle Paralimpiadi, peccato che la diretta sia solo su Raisport
Bebe Vio Oro alle Paralimpiadi, peccato che la diretta sia solo su Raisport
Bebe Vio in vacanza con i fratelli Maria Sole e Nicolò, lo scatto al tramonto sorridenti e felici
Bebe Vio in vacanza con i fratelli Maria Sole e Nicolò, lo scatto al tramonto sorridenti e felici
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni