Comedy Central ha annunciato il ritorno di uno dei cartoni animati più noti degli Anni Novanta, si tratta di Beavis and Butt-Head, che era trasmesso da MTV. L'emittente ha dichiarato che ci saranno due nuove stagioni dedicate ai protagonisti di questa irriverente e sarcastica serie animata, che dovrà fare i conti con la cosiddetta Generazione Z.

Il ritorno in tv

La sit-com andò in onda per la prima volta in America dal 1993 al 1997, per poi incrementare le puntate con nuovi episodi creati nel 2011. Adesso, quindi, sono pronti a ritornare sul piccolo schermo e gli sceneggiatori sono già all'opera. Le nuove puntate saranno scritte dal creatore Mike Judge, che darà anche la voce ai due storici protagonisti: «Mi sembrava il momento giusto per diventare di nuovo stupidi», ha dichiarato per motivare questo inaspettato ritorno. A lui si è aggiunto anche Chris McCarthey di Viacom, che invece ha sottolineato come le generazioni si siano identificate negli episodi: "Beavis e Butt-Head sono stati la voce determinante di una generazione, e non vediamo l’ora di vederli navigare nelle acque infide di un mondo lontano anni luce da loro".

Beavis e Butt Head in Italia

Beavis e Butt Head erano una coppia di quelli che in gergo verrebbero chiamati metallari, pronti a fare baldoria e a commentare parate di video musicali seduti sul divano, divorando snack e bevendo birra. In Italia il cartone ebbe anche un discreto successo e ha potuto godere anche di doppiatori d'eccezione, volti noti nel mondo dello spettacolo che hanno prestato la loro espressività ai due sfaccendati protagonisti della sitcom. Nel corso della loro avventura italiana, infatti, li hanno interpretati Luigi Rosa e Paolo Rossi seguiti da Faso ed Elio e poi ancora da Fabrizio Biggio Francesco Mandelli nell'ultima stagione. C'è stato poi un film, nel 1996, dedicato ai due scapestrati e in quell'occasione le voci erano quelle di Alessio Cigliano Neri Marcorè. Il creatore del cartoon avrebbe voluto realizzare anche un live-action proprio del film, come dichiarò nel 2015.