Un alieno distrugge la Luna per metà e decide – così, all'improvviso – di fare lo stesso con la Terra. Prima, però, esprime la volontà di insegnare un anno in una classe di studenti delle medie, considerata la peggiore per capacità di apprendimento, di un istituto prestigioso. Questo alieno, chiamato dai ragazzi della disastrosa classe 3-E con il nome di "Koro-Sensei" (maestro invincibile), darà quotidianamente possibilità ai suoi studenti di provare ad ammazzarlo prima della fine dell'anno, e salvare così la Terra. Un soggetto bizzarro, assurdo, fuori da ogni logica. Una trama che può sembrare banale e per sempliciotti. E invece, episodio dopo episodio, ci si rende conto di essere di fronte a un romanzo di formazione con i fiocchi. Una serie animata che, alla fine, si dimostra essere una delle migliori che ho visto in questi primi tre mesi del 2019.

"Assassination Classroom" è su Netflix. Tratto dal manga omonimo che ha fatto segnare record di vendite tra il 2012 e il 2016, realizzato da Yūsei Matsui, la serie si compone di due stagioni, la prima da 22 e la seconda da 25 episodi (24 minuti circa, la durata di ognuno). Fila via che è un piacere tra colpi di scena emozionanti e mai scontati. Il patto con lo spettatore è chiaro sin dalla prima puntata: credere davvero che sia possibile che un alieno possa esprimere il desiderio di insegnare in una classe di sconfitti, di perdenti e di reietti dalla società per trasformarli e renderli consapevoli della propria forza, della propria bontà d'animo. Su quali sono le motivazioni che spingono "Koro-Sensei" a fare tutto questo, si nasconde il senso di questa meravigliosa serie animata.

È un anime vietato ai minori di 14 anni, ma è un prodotto che i vostri figli dovrebbero vedere subito appena raggiunta quella età fondamentale in cui servono riferimenti e strumenti per orientarsi nella società dei grandi. È una serie anticonformista, nel senso più positivo, una serie che spinge a coltivare la propria specificità e a migliorarsi nella collettività. Non è un prodotto che divide manicheamente l'amore e l'odio, non guarda al bianco o al nero ma alle sfumature di grigio. Ed è una serie che parla soprattutto dello stare al mondo. E tra gli studenti di questa fantastica 3-E non c'è un solo studente con una storia irrilevante, ogni dettaglio è fondamentale. Dare fiducia ad "Assassination Classroom" può essere una sorpresa per tutti. Anche per gli adulti più disillusi.