Ripartirà giovedì 21 febbraio alle 21.10, in prima tv assoluta in Italia su LaF (Canale Sky 135) l'undicesima e penultima stagione di "Anthony Bourdain: cucine segrete". Si tratta naturalmente del programma televisivo pluripremiato del celebre chef, morto nel 2018 a 61 anni. Il programma televisivo si struttura su otto puntate nel corso delle quali Bourdain esplorerà diversi luoghi del mondo attraverso la cucina e la cultura dei luoghi: si andrà dal Canada a Hong Kong, West Virginia, Uruguay, Berlino, Armenia (il cicerone dello chef è Serj Tankian: il cantante dei System Of A Down) e Louisiana, per poi approdare in Bhutan nell'ultima puntata.

La struttura degli episodi sarà quella classica che ha contraddistinto un programma che ha fatto scuola e ha lasciato il segno sulla televisione a livello internazionale. Inutile dire che la morte di Bourdain aumenta l'interesse per questa penultima stagione, mai andata in onda in Italia. Dal 2013 la serie è stata insignita di numerosi premi: sei gli Emmy postumi nel 2018, due Creative Emmy, un Peabody Award e quattro Critics' Choice Award. Sempre postumo il Producers Guild Award assegnato al programma in gennaio.

La morte di Bourdain e lo spinoso caso Bennet

La vicenda di Bourdain ha avuto una particolare eco in Italia per il legame dello chef e volto televisivo con Asia Argento. Non solo la notizia del suo suicidio ha destato enorme interesse dell'opinione pubblica, a riportare il nome di Bourdain al centro dell'attenzione mediatica è stato anche il caso Jimmy Bennett, l'attore statunitense che ha denunciato pubblicamente per molestie Asia Argento. Dal caso è emerso che Bourdain, per sostenere la sua compagna al tempo, accettò di versare un'ingente somma in denaro al giovane attore pur di convincerlo a smettere di tormentare Asia Argento con quella storia.