Le elezioni in Emilia Romagna del 26 gennaio si avvicinano. Un appuntamento elettorale il cui risultato potrebbe rivelarsi determinante ai fini degli equilibri politici nazionali e che si è trasformato per forza di cose in un caso di importanza primaria, soprattutto in relazione al fenomeno sardine, il movimento che ha preso forma a novembre in contrasto alla propaganda salviniana a sostegno della candidata Lucia Borgonzoni.

L'opinione di Celentano sulle sardine

A dire la sua sul fenomeno politico nato da un semplice passaparola e capace di portare migliaia di persone nelle piazze di tutta Italia, ci ha pensato anche Adriano Celentano, della cui opinione è noto il peso a livello mediatico. Il molleggiato, reduce dalla recente esperienza televisiva di Adrian durante la quale non ha di certo nascosto il suo pensiero dell'attualità politica italiana, ha fatto il suo endorsement per il movimento fondato da un gruppo di studenti di Bologna, dicendo senza mezze misure che se in Emilia Romagna dovessero sbagliare a votare "succederebbe un vero disastro".

Così si è espresso Adriano Celentano attraverso un video divulgato dal suo clan in cui è dominante lo stile apocalittico di Adrian e si vedono mixate immagini derivanti dal programma televisivo, sia di Gigi e Ross che sono stati ospiti di una delle puntate, che di Ilenia Pastorelli, presenza fissa.

In Emilia Romagna è scontro Salvini-sardine

L'appello di Celentano agli elettori dell'Emilia Romagna arriva a poche ore dalla chiamata alle urne del 26 gennaio e punta sul movimento che potrebbe rivelarsi fondamentale ai fini della lotta tra Stefano Bonaccini, candidato di centrosinistra, e Lucia Borgonzoni, il nome scelto da Matteo Salvini per questa competizione elettorale fondamentale. Una competizione che ha finito per trasformarsi in una sfida tra Salvini e Sardine, vista la natura del movimento politico e la chiara contrarietà ai principi politici e alle logiche comunicative dell'ex ministro dell'Interno.