Grande attesa per l'ultimo spin-off tratto dalla saga degli X-men e dedicato a Wolverine. Interpretato ancora una volta da Hugh Jackman, Wolverine 3 uscirà in Europa il 2 marzo 2017 e nelle sale americane il giorno successivo. Diretta da James Mangold, la pellicola avrà nel cast anche Patrick Stewart nei panni del professor Xavier e Eriq La Salle, famoso per la sua interpretazione del dottor Peter Benton nella serie tv E.R. Medici in prima linea.

Il film sarà vietato ai minori di 17 anni, proprio come è accaduto con lo scanzonato Deadpool di Tim Miller. L'ultimo capitolo sul mutante con gli artigli, infatti, sarà più violento dei precedenti e assumerà toni simili a quelli dei western. In una veste più audace del solito, quindi, Hugh Jackman saluterà in grande stile il suo amato personaggio e gli altri X-men.

"Wolverine 3" e i fumetti Weapon X.

Dopo l'uscita nelle sale di X-men: Apocalisse e il proliferare di film targati Marvel in questa stagione cinematografica, il mutante Wolverine sarà per la terza volta il protagonista di una pellicola interamente dedicata a lui. Wolverine 3, infatti, chiuderà il cerchio delle interpretazioni di Jackman nell'universo degli X-men, come era stato già anticipato lo scorso anno. Alcuni rumors avevano lasciato intendere che il terzo spin-off della saga dei mutanti sarebbe stato legato al fumetto Old Man Logan di Mark Millar, ambientato nel futuro.

Secondo quanto dichiarato da Gamezone, invece, fonti vicine al progetto hanno rivelato che il film ruoterà attorno alla trama dei Weapon X, un'altra serie fumettistica sceneggiata da Jason Aaron e disegnata da Ron Garney nel 2009. Se fosse effettivamente così, la scena post-credits di X-men: Apocalisse dovrebbe essere considerata ancora più importante. Nel cameo, infatti, un gruppo di scienziati folli sta fondendo le ossa e gli artigli di Wolverine con l'adamantio, lega ideata da Marvel Comics, per trasformarlo in un'arma vivente. D'altronde, parte proprio da questo la trama dei Weapon X.