Per la seconda volta nella sua storia, Un posto al sole va a New York. La soap di Raitre, oramai un'istituzione da più di quindici anni, ha da poco festeggiato le 3500 puntate, confermandosi la prima  e più longeva soap opera che l'Italia possa vantare. E nonostante il periodo economico non sia di certo benaugurante, è prevista a breve, per delle puntate che andranno in onda a novembre, una trasferta oltreoceano, dopo quella già fatta anni fa da Patrizio Rispo&co.

Parte della troupe partirà per la Grande Mela a settembre per cinque giorni allo scopo di girare una manciata di puntate trasmesse in Italia a metà autunno. Riccardo Polizzy Carbonelli, interprete di Roberto Ferri nella serie, conferma la notizia ai media con questa dichiarazione

Siamo emozionati e felici di fare questa trasferta grazie agli sforzi della Rai che ci ha sempre sostenuto e all’appoggio della comunità italiana di New York

Infatti è abbastanza noto che, dall'America, una grossa fetta di pubblico segua tramite Rai International la soap opera italiana. E' questa un'ulteriore motivazione per dimostrare che Rai International, così come è accaduto qualche giorno fa per i programmi sportivi, vada fortemente tutelato, perché gli italiani all'estero possano godere dei prodotti televisivi provenienti dallo stivale. Un posto al sole forse farà storcere il naso a qualcuno, ma è vero che resta un caposaldo della tv italiana, tra i pochi progetti in grado di potersi permettere una trasferta che, in tempi di austerità, potrebbe apparire abbastanza inusuale.