Nella puntata de ‘Le Iene', trasmessa domenica 14 maggio, Veronica Ruggeri si è occupata della storia di Paolo Catanzaro, un sedicente mistico che fino a qualche anno fa, sosteneva di avere le stigmate. Nel 1992, Paolo aveva 17 anni e – in una chiesa nella contrada Uggio, a 15 chilometri da Brindisi – diceva di assistere all'apparizione della Madonna, il 24 di ogni mese. Migliaia di fedeli iniziarono ad accorrere, credendo alle parole del ‘veggente'. Il suo caso finì anche sui giornali e in molti erano pronti a giurare di aver assistito a diversi prodigi.

"Paolo Catanzaro disse che avrebbe partorito per noi due figli"

Dopo poco, però, Paolo Catanzaro avrebbe iniziato a chiedere denaro e molti fedeli, convinti di avere dinanzi un profeta, non gli avrebbero negato tali somme.

"Diceva di averne bisogno per un'opera salvifica per l'umanità, voleva fare innalzare delle croci in tutto il mondo. Così, non sarebbero successe delle calamità naturali".

Le cifre presumibilmente richieste erano decisamente alte

"Chiedeva 2, 3 e a volte anche 4 mila euro al mese. Io ho avuto un lutto in famiglia, in un incidente stradale sono morti mia sorella, mio cognato e mia nipote. Lui mi assicurava di averli accompagnati alla porta del paradiso".

Tra le presunte vittime, c'è chi sostiene di aver donato fino a 500 mila euro. In alcuni casi, Catanzaro avrebbe anche diagnosticato delle gravi malattie.

"Disse che io avevo il tumore al fegato e che attraverso questa sua capacità di potersi prendere il male degli altri, lo aveva tolto a me e lo aveva preso su di sé e quindi avrebbe sostenuto questa operazione. Chiaramente io partecipai economicamente con 150 mila euro".

A una coppia che non riusciva ad avere figli, invece, avrebbe detto che avrebbe partorito i bambini lui stesso

"Mi disse ‘Io sono lo Spirito Santo, partorirò due bambini, un maschio e una femmina', mi disse di mettere la mano sulla sua pancia e non so come facesse, ma si sentivano due battiti cardiaci. Questi bambini nacquero, però, immediatamente furono portati via a Fatima perché avrebbero salvato l'umanità e provvedevo economicamente per loro".

I bambini, in realtà, erano i nipoti di una giovane che in principio era sua complice perché realmente convinta che Paolo fosse una divinità. Anche lei, però, sarebbe stata vittima delle sue menzogne. Avrebbe abortito, infatti, perché lui l'avrebbe convinta che il figlio sarebbe stato un vegetale. Infine, ci sarebbero state le gocce

"Raccontava che gli angeli gli avevano dato queste gocce, in realtà erano dei sonniferi, si chiamavano ‘Minias', che prese ogni notte diventi facilmente influenzabile".

Sveva Cardinale si difende: "Mai chiesto soldi, sono tutte calunnie"

Nel 2014, Paolo Catanzaro ha cambiato sesso, diventando Sveva Cardinale. La trasmissione ‘Le Iene' l'ha intercettata, contattandola per un finto casting. Quando le è stato chiesto conto del suo passato, ha dichiarato

"Sì raccontavo di vedere la Madonna, io credo di aver dato soltanto. Sono calunnie da cui mi sto difendendo. Dove sono le prove, queste sono solo parole. Non mi sono fatta dare dei soldi. La scomunica? Il Vescovo mi ha allontanata sulla base di alcune dicerie. Il sangue dalla testa? Certo che mi scendeva davvero. Io sono serena e tranquilla".

Ora sarà un tribunale a decidere il suo destino. Isabella, una delle presunte vittime che avrebbe consegnato 300 mila euro a Catanzaro in cambio della guarigione del padre da un tumore, ha fatto sapere

"È sotto processo per truffa aggravata e reiterata. A settembre prossimo ci sarà l'udienza".

Inoltre, anche la Chiesa si è sempre schierata contro di lui, fino a scomunicarlo.

A Cristina Parodi raccontava: "Ho vissuto una vita per gli altri"

Il 4 novembre 2015, Sveva è stata ospite de ‘La Vita in Diretta'. Intervistata da Cristina Parodi, ecco come parlava di sé

"Come reagivo ai gesti di bullismo? Avendo una sensibilità spiccata, spesso mi chiudevo nel silenzio, ma trovavo comunque la forza di parlarne con i genitori. […] Io non ho deciso di diventare Sveva a 40 anni, sarei diventata Sveva a 27 anni, se non fossi stata anch'io colpita da una malattia come il tumore al cervello. […] Io iniziato come cantante, poi ho avuto un breve ma intenso passaggio nel mondo della moda. Ho viaggiato molto con poco, perché avevo sete di conoscere, di sapere. […] Poi, purtroppo, è arrivata questa malattia, che ha frenato questi sogni ma non li ha bloccati. Dentro di me nutrivo la forte speranza di farcela".

In studio è presente anche Francesco (vedi foto in alto), che sostiene di essere il marito di Sveva. I due si sarebbero sposati con rito civile a luglio del 2015. Di lui, la donna ha detto

"Io scappavo, gli dicevo che doveva cercarsi una donna che potesse dargli dei figli. Per me era una sofferenza atroce".

Quindi ha concluso

"Io ho vissuto una vita per gli altri, mi dedicavo agli altri e lo facevo con amore. La mia vita,  però, stava svanendo tra le vite degli altri. Ero stanca di sopravvivere".

Mietta: "Sveva è una persona meravigliosa"

In trasmissione intervenne anche Mietta, che ebbe parole di affetto e stima nei confronti di Sveva Cardinale

"Ci siamo conosciute a una manifestazione in cui ero lì per cantare e anche lei. Ho riconosciuto subito la grande anima di questa donna meravigliosa. È una persona che regala la sua storia agli altri, la racconta con amore, ma nello stesso tempo riesce a trasmetterti grande serenità, grande forza, nonostante tutto quello che ha subito. Lei è stata un grande esempio e un grande aiuto, nonostante avesse molti più problemi di me, è sempre stata molto presente. Le persone così si chiamano angeli sulla terra. Io sono contenta di averla conosciuta e spero che le persone capiscano quanto sia meravigliosa. Io l'ho conosciuta prima che diventasse Sveva e l'ho sentita vicina come persona. Io non giudico mai le persone prima di conoscerle e anche quando le conosco non le giudico perché lo trovo aberrante. Anche quando l'ho conosciuta nella sua precedente vita, l'ho trovata forte, determinata. Siamo due persone che si comprendono, io conosco anche il suo meraviglioso marito e credo sia una bellissima storia d'amore, io sono affascinata dalle storie d'amore".

Danilo Brugia: "Sveva e il marito Francesco sono due persone vere, sincere e oneste"

Infine, Cristina Parodi sorprese Sveva Cardinale con un video di Danilo Brugia, attore che interpretava Stefano Della Rocca, nella soap ‘CentoVetrine". Le sue parole sono state

"Ti voglio bene, sono contento di averti conosciuto, sia te che tuo marito Francesco. Siete due persone straordinarie, due persone vere, sincere e oneste. Il vostro amore è un amore raro, che mi ha fatto innamorare di voi appena mi hai raccontato la vostra storia. Sono rimasto colpito e ho voluto fortemente essere tuo marito sul set, in questo film che abbiamo iniziato a girare da poco. Sono orgoglioso di far parte di questo film. Sono fiero di averti conosciuto. Ti voglio bene".