Dopo la tanto contestata eliminazione da Amici 2017, Thomas Bocchimpani è pronto a iniziare il suo percorso musicale che parte da un contratto discografico con Warner e il primo EP, dal titolo "Oggi più che mai", in uscita il 19 maggio e prodotto tra gli altri da Stash dei The Kolors. Il giovanissimo cantante (appena 17 anni) lanciato dal talent di Maria De Filippi ha però confessato, in un'intervista rilasciata a Vanity Fair, di rimpiangere l'addio di Morgan, che ha lasciato il ruolo di coach per contrasti con la produzione.

"Sarebbe stato bello lavorare con Morgan e Emma"

La posizione di Thomas non passa inosservata, dal momento che sono stati proprio i suoi compagni di squadra Mike, Shady e Sebastian a non voler più lavorare con Morgan, lamentandosi del periodo sotto la guida del cantante dei Bluvertigo. Se Morgan se n'è andato sbattendo la porta (con diversi attacchi alla De Filippi, l'ultimo dei quali risale a pochi giorni fa), era già noto che Thomas non avesse mai attaccato direttamente Castoldi, pur apprezzando l'arrivo di Emma Marrone in sostituzione. Oggi, Bocchimpani ammette di essere dispiaciuto per l'uscita del cantante.

Non lo nego. Sarebbe stato bello continuare il percorso con i due direttori artistici, lui ed Emma. Come avevano proposto a un certo punto, in puntata. Per noi della squadra dei Bianchi una sua collaborazione con Emma sarebbe stata l’apoteosi. Entrambi avevano un sacco di cose da darci, da condividere e insegnarci. Sono molto felice di aver lavorato con lui, del lavoro fatto insieme. Mi fa piacere abbia intravisto sfumature della mia personalità e abbia cercato di lavorarle, per tirarle fuori.

"Ho sentito Morgan dopo l'uscita, mi ha fatto piacere"

Thomas ha inoltre spiegato di aver sentito Morgan

In realtà mi ha contattato subito dopo l’uscita. Mi ha fatto molto piacere parlare di nuovo con lui.

Oggi, il giovane talento si prepara al suo futuro musicale, forte del grande consenso presso il pubblico: "Ho visto la reazione sui social. Mi fa piacere perché vuol dire che quello che ho fatto è stato apprezzato, ma io non vivo l’eliminazione come una sconfitta. Il mio percorso artistico non è finito ad Amici, anzi, ora ne inizia un altro. Fino a qui sono cresciuto e sono certo che quello che ho imparato mi servirà anche fuori".