"The Walking Dead" ha finalmente trovato l'attore per l'antagonista principale della serie, lo spietato Negan. Si tratta di Jeffrey Dean Morgan, attore già visto in un ruolo tratto dal mondo dei fumetti, quello de Il Comico in "Watchmen". L'annuncio è stato dato in anteprima da Variety ed è stato subito accolto positivamente dai tantissimi fan della serie che aspettano il personaggio, che ha un ruolo chiave nel fumetto, da molto tempo.

Ma quanto è importante il personaggio di Negan? Nel fumetto di Robert Kirkman rappresenta il punto di svolta, un cambio di marcia che costa la vita a personaggi storici della serie. Considerato uno dei cattivi più interessanti, ambigui e affascinanti della storia della letteratura fumettistica moderna, Negan è il leader dei Salvatori, un gruppo di sopravvissuti che senza nessuna pietà pretende cibo e scorte dalle comunità in cambio di "protezione dagli zombie". Una sorta di malavita organizzata in piena apocalisse, una minaccia che non sarà semplice da affrontare per Rick e la sua gente.

L'ingresso in scena di Negan apre la possibilità al lettore, ed in questo caso allo spettatore della serie, di scoprire un mondo più ampio di quanto si è visto fino ad oggi. Se la narrazione della serie non si discosterà troppo da quella del fumetto, allora potremmo scoprire l'esistenza di nuove comunità e di nuovi personaggi che cercano di sopravvivere proprio come Rick, Glenn e gli altri. Già, quel Glenn che per adesso viene dato per morto nella serie tv, ma che sulle pagine del fumetto incontrerà il suo destino proprio per mano di Negan e di Lucille, la mazza da baseball ricoperta di filo spinato che lo spietato leader dei Salvatori tratta come se fosse una figlia.

L'ingresso in scena di Jeffrey Dean Morgan/Negan sarebbe previsto alla fine della sesta stagione, probabilmente per un finale in grande stile, per poi ritornare come "regular" nella settima stagione.