Il grande cinema rivive sul palco dell'Ariston grazie a Sveva Alviti, tra i super ospiti della seconda serata del Festival di Sanremo 2017. L'attrice di origine romana, che sul grande schermo veste i panni dell'indimenticata Dalidà, con la sua presenza rende omaggio alla tragica scomparsa di Luigi Tenco, con il quale proprio la cantante francese aveva una relazione. La sua è una delle perfomance più attese di tutta la kermesse, anche perché proprio nel teatro in cui si svolge la competizione sono state girate alcune scene del film che la vede protagonista insieme a Lorenzo Borghi e che andrà in onda in prima serata su Rai 1 il prossimo 15 febbraio. "Stasera sarò solo Sveva. La scala dell'Ariston? Quella mi mette un pochino di paura. Spero che andrà tutto bene, se così non dovesse essere ci sarà una bella risata e un grande sorriso". Queste le parole di Sveva Alviti stamane in conferenza stampa quando le è stato chiesto se avrebbe portato un po' di Dalida nel look della serata sanremese.

Sanremo 2017: commozione per il ricordo di Luigi Tenco.

"Credo mi abbia scelto un po' Dalidà e un po' sono stata spinta dalla passione per quello che faccio. È una donna molto complicata ma allo stesso tempo molto solare, proprio come me, come tutte noi" ha dichiarato Sveva Alviti, commentando la scelta di accettare un ruolo così particolare. "La mia canzone di Sanremo? ‘Ciao amore ciao' di Luigi Tenco, un po' nostalgica" ha aggiunto, questa interpretazione le ha lasciato l'emozione più grande nel ricordo del grande artista scomparso.

Il successo di Sveva Alviti tra cinema e tv.

Nata a Roma 32 anni fa, Sveva Alviti, dopo essere diventata famosa come modella, ha intrapreso la carriera cinematografica, comparendo, tra gli altri, al fianco di Raoul Bova e Nicole Grimaudo in "Buongiorno papà" e in "Niente può fermarci". La consacrazione come attrice arriva, però, dopo la sua interpretazione di Dalidà, con la quale ha letteralmente incantato la Francia. Dalidà aveva una relazione con Luigi Tenco, quando durante quel maledetto Festival di Sanremo del 1967, il cantante decise di suicidarsi dopo l'eliminazione dalla gara del suo brano "Ciao, Amore Ciao!". La Alviti, che poche settimane fa ha avuto un malore mentre era ospite di un programma della tv francese, calca il palco dell'Ariston proprio per ricordare la sua musica attraverso la voce della donna da lui amata.