Non sono arrivati i risultati sperati per "Solo", la serie con Marco Bocci andata in onda su Canale 5 che si è conclusa con l'episodio andato in onda il 30 novembre sulla rete ammiraglia Mediaset. Ci si attendevano ascolti molto più consistenti, visto il successo di Bocci presso il pubblico e considerato lo sforzo della rete per spingere un prodotto che avesse alla base un'idea di discontinuità rispetto alla serialità del passato, come lo stesso Bocci avevaspecificato in diverse interviste di lancio alla serie.

Nonostante la vittoria agli ascolti dell'ultima serata, non è trasparso grande entusiasmo per i risultati, anche se va considerata la fisiologica esigenza di addomesticare il pubblico a un certo tipo di approccio. Il finale della prima stagione di "Solo" ha chiaramente le caratteristiche di un esito aperto, che lascia spazio a un secondo capitolo. Il rapimento di Agata comminato da alcuni uomini incappucciati non può che aprire il campo delle interpretazioni sui possibili esiti, qualcosa che, connesso al video pubblicato su Facebook da Marco Bocci in cui l'attore dava appuntamento alla prossima stagione, fa capire come "Solo 2" si farà quasi certamente, nonostante dai vertici Mediaset non siano giunte conferme ufficiali.

Molti dei telespettatori fidelizzati hanno riportato sui social network le proprie impressioni, commentando proprio il finale aperto di questa prima stagione, che nelle ultime settimane ha dovuto vedersela con un altro prodotto seriale italiano di grande successo come Rocco Schiavone, la serie di Rai 2 con protagonista l'attore Marco Giallini, tratta dai romanzi di Antonio Mazzini. In tanti si chiedono se il personaggio Bruno Corona sia morto davvero o se non si tratti di una classica sparizione temporanea che poi, in un'eventuale seconda stagione, svelerà un colpo di scena con la ricomparsa improvvisa. Insomma, molte le domande e i dubbi, tutti da togliere con una seconda stagione: ma ci sarà oppure no un "Solo 2"?