Tra le tante storie di “C’è posta per te” andate in onda nella puntata del 21 gennaio 2017, una ha colpito l’attenzione generale, purtroppo in negativo. La protagonista della storia è Annaluz, una donna che nel 2014 decise di scappare di casa per sfuggire alla presunta violenza del marito. La signora non si addentra nei dettagli del racconto – ancora oggetto di un procedimento penale – limitandosi a spiegare che l’uomo era diventato eccessivamente geloso e violento nei suoi confronti. Nel 2014, Annaluz decide di abbandonare la casa di famiglia per non farvi più ritorno. A distanza di due anni da quel momento, si è rivolta a Maria De Filippi perché l’aiutasse a riappacificarsi con le figlie maggiori.

Valentina: “Le reazioni di papà dovute al comportamento di lei”.

La reazione di Valentina e Valeria non è stata quella che i telespettatori si aspettavano. Probabilmente addolorate dalla decisione della madre di lasciare la casa di famiglia, l’hanno accusata di essersene andata perché spinta dalla voglia di viversi un nuovo amore. Una frase di Valeria, in particolare, ha attirato l’attenzione generale. Quando la discussione è scivolata sulle presunte violenze del padre, la giovane ha tentato di giustificarlo: “Le reazioni di papà erano dovute al comportamento di lei”. Le parole della giovane, a sua volta madre, hanno scatenato un boato di sdegno da parte del pubblico in studio e la rabbia di quello da casa.

Valeria e Valentina sono state accusate in rete di aver difeso il padre anche nelle circostanze più difficili, determinando quindi la decisione della madre di scappare. Necessario l’intervento della De Filippi che, nel tentativo di spingere Valeria a riflettere, l’ha invitata a ridimensionare alcuni giudizi: “Sulle responsabilità di tua mamma non ci piove, ma devi capire che ne ha anche tuo padre per i comportamenti che ha avuto”.