Nella puntata del 30 aprile di Domenica Live, è intervenuto Saverio Deodato, il figlio dell'attrice Silvia Dionisio e del regista Ruggero Deodato. Diva di tanti musicarelli (come "Lisa dagli occhi blu"), ma anche di "Amici miei" di Monicelli, la Dionisio è letteralmente sparita dalla scena pubblica da diversi anni. Non solo: la donna ha scelto di allontanarsi dal figlio e rifiuta di vederlo. Nel corso degli ultimi anni, i due si sono incontrati solo pochissime volte e lui è intervenuto in tv per farle un appello. Silvia Dionisio è praticamente introvabile e con lei c'è anche la sorellastra di Saverio, Maria Grazia.

Nel 98-99 è andata via per la prima volta. Tornava e poi spariva di nuovo. L'ultima volta l'ho vista nell'autunno 2016, dopo 7 anni che non la vedevo. All'inizio la cercavo, poi ho rispettato la sua scelta. So che non vuole essere trovata. Però ha portato mia sorella con sé, non la vedevo da quando era una ragazza e l'ho ritrovata ormai donna. Tramite il mio patrigno mia madre mi ha detto che non vuole vedermi. Non perché sono io, ma perché faccio parte del mondo, non è una questione personale. Però mia sorella ha diritto di vivere la sua vita e non di servire e riverire mia mamma. Le ha tolto il diritto di sbagliare. Lei è una donna, ha 33 anni.

Saverio Deodato alla madre: "Devi operarti"

Lo stesso Saverio Deodato è attore: lo abbiamo visto in fiction come "La squadra", "Incantesimo" e "Medicina Generale". In un contributo video, il padre Ruggero Deodato, regista di film cult, lo ha spinto a lasciar perdere l'inutile ricerca, dal momento che Silvia non vuole vederlo. L'uomo ha però rivolto messaggio direttamente alla madre, chiedendole due cose: "Voglio che mia sorella sia libera. E voglio anche che tu faccia una scelta che ti spaventa, di operarti". Deodato non ha fornito ulteriori dettagli, limitandosi a dire "Lei sa cosa intendo. Non ha la televisione ma penso che le giungerà voce di questo mio appello".

Chi è Silvia Dionisio, una carriera tra cinema e musica.

Nata a Roma nel 1951, Silvia Dionisio (sorella di Sofia, anche lei attrice e modella) ha debuttato nel cinema a soli 14 anni nel film britannico "Darling" di John Schlesinger ("Un uomo da marciapiede"). Ne è seguita una carriera nei musicarelli a basso costo tanto in voga all'epoca. Ha sposato Ruggero Deodato il 5 dicembre 1971, ma i due hanno divorziato nel 1979. Nel 1975 è stata diretta dal marito in "Ondata di piacere", che l'ha consacrata come icona erotica, tanto che Silvia è stata incriminata dalla Procura di Bolzano per oscenità (ma poi prosciolta). Nello stesso anno ha interpretato l'amante di Ugo Tognazzi in "Amici miei", mentre nel 1976 è stata voce femminile del gruppo Albatros guidato da Toto Cutugno nel brano "Volo AZ 504", portato al Festival di Sanremo ed è stata modella di Playboy. La carriera musicale e cinematografica continua (è in "Aragosta a colazione" e di nuovo diretta da Deodato in "Uomini si nasce poliziotti si muore") ma nel 1981 recita per l'ultima volta nel thriller "Murder Obsession" di Riccardo Freda. Nel 1983 ha sposato il chirurgo romano Roberto Mazzarella, con il quale ha la figlia Maria Grazia. Tornata a sorpresa nel 1984 per interpretare uno spot pubblicitario per la Campari diretto da Federico Fellini, si ritira poi definitivamente a vita privata.