Barbara D’Urso ha intervistato Sandra Milo, che è intervenuta a Domenica Live attraverso un collegamento video. La celebre attrice, che specifica di avere 83 anni e non 84, ha commentato in diretta la performance di Virginia Raffaele sul palco di Sanremo 2017. La talentuosa imitatrice, ospite attesissima del Festival, l’ha imitata nel corso della quarta serata, attirandosi non poche critiche.

A non apprezzarla, tra gli altri, è stata proprio l’attrice oggetto dell’imitazione che non ha fatto mistero di aver provato fastidio di fronte a certe battute

Ho visto  Virginia in cose migliori. Innanzitutto la voce non è la mia. L’ho trovata fantastica altre volte. Non eccede in eleganza nelle battute. Parlare così di una signora della mia età, che ha 83 anni… Mia figlia si è arrabbiata, i genitori sono sempre persone a proposito delle quali non si può parlare di sesso. Si è sentita offesa per le donne in generale. Non è bello che una donna dica frasi sessiste nei confronti di un’altra donna. Certo, sempre meglio una parodia che un funerale.

L’attrice aggiunge di aver sentito Virginia Raffaele al telefono dopo l’imitazione a Sanremo

Con Virginia ho parlato ieri sera, mi ha chiamato e mi ha detto cose bellissime. Mi ha detto che mi aveva visto da Fazio e che aveva desiderato essere me almeno per 10 minuti. Le ho detto che mia figlia la apprezza molto come artista, ma che non aveva apprezzato quella performance a Sanremo. La mia imitazione è piaciuta molto agli uomini, alle donne un po’ meno.

La rabbia della figlia di Sandra Milo.

La prima a scagliarsi contro l’imitazione in questione è stata Debora Ergas, figlia di Sandra Milo. All’indomani della performance della Raffaele, la donna ha manifestato via Twitter il proprio sconcerto

Peccato quelle battute, nei panni di una signora di quasi 84 anni dichiarati, che è stata musa di Fellini. Non sono contro Virginia, che è un talento vero. Mi sono dispiaciuta per alcune battute. È molto diverso.