Riccardo Marcuzzo si è raccontato in un'intervista rilasciata a Corriere.it. Dopo l'esperienza nel talent ‘Amici‘, dove si è classificato secondo, il cantante sta incontrando i suoi fan in giro per l'Italia. Come artista ha scelto il nome Riki. Marcuzzo ha spiegato perché ha preferito questa grafia al più internazionale Ricky.

"Il nome nasce dalle memorie di una lezione di marketing che suggeriva l’uso di due sillabe, dalla voglia di italianità quindi niente ‘c' e ‘y' e dall’esigenza di rendere il nome graficamente e le due ‘i' speculari offrono mille spunti".

Riccardo Marcuzzo e il timore di perdersi nei social.

Attualmente Riki vanta 860 mila follower su Instagram e 228 mila fan su Facebook eppure ha svelato che ha deciso di creare dei profili social, solo perché sembravano indispensabili per poter fare musica

"All’università ero l’unico a non avere Facebook. Sono uno che si perde facilmente e temevo di finirci dentro delle ore ed estraniarmi dalla realtà. Quando proponevo i miei provini ai discografici mi dicevano che non gli interessavo perché per fare musica ci vogliono i follower. Così ho aperto Instagram e poi gli altri social".

Infine, ha ammesso: "Il faccino conta, il nostro aspetto è un biglietto da visita. Dopo l’università avevo aperto uno studio di grafica: il biglietto da visita sembrava una cosa da studio con 30 dipendenti. I clienti restavano colpiti, poi dovevamo dimostrare di valere quello che il biglietto lasciava immaginare".