Paolo Brosio è stato uno degli ospiti di "Domenica Live" di questa settimana. L'ex giornalista, oggi religioso, fervente cattolico e organizzatore di viaggi spirituali, è stato ospite di Barbara D'Urso. Si è partiti dal famoso scherzo de "Le Iene", fatto da Frank Matano, oggi giudice di Italia's Got Talent, in cui l'ex giornalista riceve lo scherzo del finto Papa Francesco I. Successivamente, però, la telefonata del "vero" Papa Francesco I è arrivato sul serio.

Quando mi hanno chiamato sul serio, io ho buttato giù il telefono. Credevo fossero ancora Le Iene. Poi ho fatto le mie verifiche e alla fine era vero, era proprio il Santo Padre.

Paolo Brosio entra nella "stanza buia", il consueto momento di Domenica Live in cui un ospite ripercorre i punti topici della sua carriera, gli snodi nevralgici di una vita intera. E allora la carriera da giornalista e i ricordi di scoop memorabili come inviato di Milano negli anni di Tangentopoli, successivamente il matrimonio con Gretel e la separazione poi le orge promiscue, quello il punto di rottura, la caduta in basso, il suolo raggiunto da Brosio. Da quel momento in poi è cominciata la conversione, la rinascita, una nuova vita per lui.

Paolo Brosio e Medjugorje: "Ho chiesto al Papa le verifiche"

Nel merito delle apparizioni smentite dal vescovo di Mostar, Paolo Brosio ha rivelato

Ho chiesto io a Papa Francesco di mandare un vescovo a Medjugorje. Sono stato convocato da lui il 9 aprile e gli ho suggerito di madnare un suo uomo. Gli ho detto che mancava un pastore e che c'era bisogno di un vescovo nominato da lui.

Lui ha assicurato che Mejdugorje sarà riconosciuta come luogo di preghiera e non più come una semplice parrocchia. Sicuramente si tratta di un modo importante per dimostrare a tutti i fedeli la sua bontà d'animo. Un uomo che è stato in grado di attuare una conversione senza precedenti. Conversione che è stata apprezzata da tantissimi sostenitori. Adesso non resta che vedere se Papa Francesco I si pronuncerà su Medjugorje.