Tra le coppie più solide e longeve della tv italiana, quella composta da Paola Perego e Lucio Presta è probabilmente anche tra le più "chiacchierate". Colpa del classico pregiudizio che ha fatto urlare spesso alla raccomandazione: perché Presta, oltre che suo marito, è anche agente della conduttrice di "Parliamone… Sabato" (il nuovo programma che presenta dallo scorso 10 settembre). Ad allontanare una volta per tutte i pettegolezzi, è intervenuta la stessa Perego in un'intervista al Giornale, nella quale ha spiegato come essere la "moglie di" sia stata invece la sua sfortuna

Mi ha limitato, semmai. Intanto precisiamo che l’ho conosciuto vent'anni fa, quando non era ancora nessuno. E poi basta scorrere la lista dei suoi successi, per accorgersi che non mi ha infilato mai in nessuna delle sue grandi cose. È un professionista talmente serio che, pur di non farsi dire che mi raccomanda, non mi propone nemmeno i programmi che sarebbero perfetti per me. Così passo pure per una scema, che nemmeno sa farsi raccomandare.

Paola Perego e Lucio Presta, 15 anni di amore.

L'amore tra Paola Perego e Lucio Presta è nato dopo un periodo difficile per la conduttrice. Il suo primo matrimonio con Andrea Carnevale (padre dei suoi figli Giulia e Riccardo) è naufragato nel 1997 e la Perego ha vissuto momenti duri nei quali ha sofferto di depressione e di istinti suicidi. Al fianco di Presta ha ritrovato il sorriso: i due si sono sposati nel 2011, dopo dieci anni di fidanzamento. Lui è tuttora il suo agente e lei non ha alcuna intenzione di cambiarlo

È il migliore. Pensa le cose un quarto d’ora prima degli altri. Quel che dice in campo professionale per me è la Bibbia. Ma i casi sono due: o cambio agente, o cambio marito. E siccome nel loro campo sono entrambi il numero uno, me li tengo tutti e due.