Naike Rivelli e Ornella Muti sono state ospiti della puntata di Verissimo andata in onda il 22 aprile 2017. L’attrice e la figlia si sono raccontate di fornte a Silvia Toffanin che ha chiesto loro conto di diversi aspetti della loro vita. Ornella racconta di avere avuto Naike quando era giovanissima e di averla fortemente voluta

Aspettavo Naike e ho lottato per averla. Quando una donna resta incinta, se non hai una motivazione serissima, bisogna che porti avanti la gravidanza. Le persone mi sconsigliavano di farlo. Avevo il lavoro, ero giovane. Non si sarebbe stata vita per me se non avessi avuto lei.

Quando Naike è diventata mamma di Akash, suo primogenito, Ornella non l’avrebbe presa bene

Quando me ne sono andata lei non l’ha presa bene. È come se mio figlio mi avesse portata via. E poi ci siamo ritrovate. Il giorno i cui gli ho detto che ero incinta è stato bruttissimo. M ha avuto a 18 anni, quando ha visto me a 20 anni incinta era disperata. Non ero sposata, non avevo un lavoro importante, e mi ha detto “Che fai?”. Per me Akash e Akash e l’ho voluto. Sono cresciuta e anche lei. Sarei pronta a diventare nonna subito. Adoro la fidanzata di mio figlio. Io sono single da settembre.

La Toffanin chiede a Ornella se le sarebbe piaciuto diventare la consuocera di Romina Power, in riferimento alla storia tra Naike e Yari Carrisi. L’attrice scherza: “Non c’è un’altra domanda?”. Con Yari, però, avrebbe avuto un buonissimo rapporto.

Ornella difende la figlia dagli haters che la condannano per le foto di nudo sui social

Seguo Instagram e ci sono ragazzi che fanno cose meravigliose che sono al limite. Quando vedo le critiche furibonde su mia figlia, mi chiedo perché trovino gli altri artisti e lei no.

È la stessa Rivelli a prendere la parola

I nostri social non piacciono a nessuno. Ho iniziato che in Italia non sapevano Instagram che cosa fosse. Quando in Italia l’hanno scoperto, me l’hanno cancellato. Faccio la creativa, lavoro anche con l‘estero. Mi dicono che sono pazza a fare certe foto, ma magari stavo facendo una pubblicità. Li adoro gli haters, più odi una persona e più le dai forza. A tutti loro grazie.

Il rapporto con il nudo, Muti: Anch’io ero così”.

Ornella confessa di avere sempre avuto un rapporto molto libero con il suo corpo: Lei è libera con il nudo perché anch’io ero un po’ così. All’estero il nudo è ok, mia madre dormiva nuda". Rispetto all’amore, invece, l’attrice aggiunge

Per me l’amore è il motore della vita. Sono stata una mamma iperprotettiva perché mi piace dare amore alla gente. Sono innamorata del mio amore ma solo quando sto con lui, quando non c’è, non c’è. Lui non c’è molto. Non posso dare consiglia a mia figlia perché non sono un buon esempio. Sono stata molto confusa, per molto tempo ho pensato al principe azzurro. Non credo nel matrimonio, è una trappola infernale. Le persone devono stare insieme finché stanno bene poi lasciarsi e rimanere amici.

Naike racconta, quindi, la storia d’amore con Yari

La mia ultima esperienza è stata importante e devastante, perché non è andata e ci ho creduto tanto. Ho capito che noi abbiamo un problema con noi stessi, volersi bene. Io sto imparando a volermi bene.

Racconta, poi, la sua infanzia da bambina con una madre bellissima

Fino a 15 anni esisteva solo mia madre per me, ero innamorata persa di lei. Fino a 10 anni fa non mi sentivo figa, lei era talmente bella che il paragone non c’era proprio. Ho iniziato ad avere problemi gravi a 15 anni con la magrezza, poi li ho superati.

Conclude la Muti:  “Mi sentivo in colpa per la mia bellezza, ho messo tanta pressione addosso ai miei figli”.