Mercedesz Henger sembra aver trovato l'amore definitivamente. La figlia di Riccardo Schicchi ed Eva Henger si è raccontata a Silvia Toffanin a Verissimo, descrivendo la sua storia con Sergio Arcuri, fratello di Manuela Arcuri  e attore con cui la ex naufraga dell'Isola dei Famosi si è dunque legata sentimentalmente. Qualche mese fa lui venne beccato in spiaggia con Paola Caruso, ma nella sua vita ora c'è solo Mercedesz, come racconta lei

Ci siamo frequentati, ho capito che mi piaceva, è nata un'intesa che si è trasformata in un sentimento. Sergio è spontaneo e mi fa ridere un sacco, insieme ci divertiamo. Ho uno scudo per difendermi, ma sono molto sensibile. Ho sempre avuto problemi a manifestare il mio affetto e se Sergio si sente amato da me sono contenta.

Il sorriso di Mercedesz si incrina quando si parla di suo padre, morto qualche anno fa dopo una lunga malattia. Oggi vorrebbe che lui conoscesse di più della sua vita, amore compreso: "Mi piacerebbe avere qui mio padre per raccontargli del mio amore e di tutto quello che mi capita. Mi sarebbe tanto piaciuto sapere cosa pensava dell'isola. Spero che mi stia guardando. lo sogno spesso, purtroppo non sono sempre sogni belli, molto spesso i sogni sono riflessi delle paure. Ma mi manca tanto. Purtroppo io ho dei rimpianti dell'ultimo tempo in cui lui era tra noi. Mi sento di non averlo aiutato abbastanza. Sogno di lui che non si regge in piedi ed io che lo aiuto". Torna dunque il racconto della sua infanzia e adolescenza complesse, proprio in virtù del lavoro dei suoi suoi genitori. Poi la fuga a Londra

Non mi sono mai vergognata di quello che faceva mio padre, tutto ciò che faceva era parte della sua persona. Eppure ammetto che quando sono andato in Inghilterra non ho mai rivelato cosa facessero i miei genitori. Oggi, se potessi.

Infine il sentimento nei confronti del suo Sergio Arcuri: "Ho un sentimento fortissimo nei confronti di Sergio, che sta diventando amore. Ci sentiamo in sintonia, stiamo bene quando stiamo insieme. Oggi posso dire sinceramente di essere felice".