Per i fan de Il Boss delle Cerimonie, uno dei programmi più trash e contemporaneamente cult degli ultimi anni di televisione nostrana, è stato un finale di 2016 decisamente amaro. La morte di Don Antonio Polese, avvenuta poche settimane in seguito a condizioni fisiche precarie che da tempo lo condizionavano, è stato un fatto molto sentito dall'opinione pubblica. Personaggio divisivo, soprattutto per un'immagine non proprio edificante di cui godeva presso parte dei conterranei, Polese è riuscito a conquistare il pubblico nazionale (principalmente fuori dal territorio campano, il che è già di per sé un fenomeno interessante) imponendosi come un personaggio cult oggetto di meme, gif, brevi video virali che negli ultimi mesi hanno circolato sul web in modo quasi inspiegabile. D'altro canto, l'incredibile partecipazione ai suoi funerali, circa 10mila persone, testimonia come il boss delle cerimonie godesse di grande popolarità anche dalle sue parti.

La maratona televisiva su Real Time.

Per ricordare la figura di Antonio, certamente un personaggio cruciale per le sorti della rete televisiva Real Time nel contesto nazionale italiano, è stata programmata una maratona de Il Boss delle Cerimonie per chiudere il 2016. In onda dalle 18.10, il canale 31 trasmetterà tutta la quarta stagione, che terminerà solo a mezzanotte passata. Un modo per ricordare Don Antonio e le feste del suo Castello, proprio mentre a La Sonrisa si festeggerà l'arrivo del nuovo anno, un 2017 senza il ‘boss'. La serie è diventata un cult, con risultati di share pari al 4,5%. È stata trasmessa in circa 30 paesi in tutto il mondo, Germania e Russia comprese e molti si interrogano sulle sorti di un format dal successo mondiale che non si sa se sopravviverà o meno alla scomparsa del suo personaggio centrale: Il Boss delle cerimonie continuerà?