‘Domenica Live’ torna a occuparsi del caso di Alberico Lemme, il farmacista che è diventato noto per aver fatto dimagrire Flavio Briatore. Dopo 5 mesi di assenza, l’uomo è tornato in video. Ad attenderlo per il confronto c’erano il professor Lorenzetti, che non crede all’efficacia del suoi metodi, una paziente di Lemme, il figlio del noto dietologo e Platinette che ne ha approfittato per scagliarsi contro il farmacista.

Lo scontro è cominciato immediatamente, ed è entrato nel vivo quando Lemme ha fermato l’intervento di Platinette , oggi dimagrito grazie al palloncino gastrico, per rivelare di averlo annoverato tra i suoi pazienti diversi anni fa. Sostiene anche di averlo cacciato, perché il suo regime alimentare mal si sarebbe sposato con lo stile di vita di Coruzzi. Platinette alza la voce e sostiene stia dicendo il falso

Tu non mi hai cacciato, sono stato io ad andare via! Sei un truffatore. Non avresti alleggerito me, ma il mio portafogli. Ti ricordi quando mi hai fatto mettere di fornte allo specchio e continuavi a dirmi: “Guarda quanto sei grasso, sei orribile!”. E poi perché chiamarti tutte le sere per ottenere il menù del giorno dopo? Non avevo alcuna intenzione di sostituire la mia dipendenza dal cibo con una dipendenza da te.

Lemme si è scontrato anche con il dottor Lorenzetti che continua a sostenere non sia possibile dimagrire tanto senza che sul corpo del paziente in oggetto si crei un accumulo di pelle in eccesso. A confutare la sua versione dei fatti è una delle pazienti di Lemme che ha raccontato di aver perso 45 kg attraverso il suo regime alimentare. Lorenzetti, con il suo permesso, ne ha mostrato la pancia alla telecamera per dimostrare che quanto sostiene il medico non corrisponde al vero. A tal proposito è stato citato anche l’esempio di Flavio Briatore che, inizialmente, aveva negato di aver effettuato qualsiasi ritocco, per poi ammettere di essersi rivolto a un chirurgo. Falso, dunque, che la sola dieta del farmacista fosse riuscita a distendere la sua pelle fino a farlo sembrare più giovane.