In uno scenario surreale, quello della messa in onda di una puntata registrata di cui si sapeva tutto, è andato in scena nella quarta puntata di Amici il litigio definitivo che ha portato all'addio di Morgan, con tutto quello che è seguito tra repliche e controrepliche, accuse pesantissime e risposte altrettanto forti. Fino a questo momento avevamo potuto raccontarvi dell'ammutinamento della squadra bianca con un piccolo video pubblicato sulla pagina ufficiale di Amici, in cui si vedeva Mike Bird chiedere a Elisa e i professori della squadra blu cosa ne pensassero delle assegnazioni di Morgan. Ecco quello che ha detto il cantante, per motivare il suo comportamento

Io sono profondamente convinto di una cosa e non ho paura di dirla: i pezzi che ci sono stati assegnati non ci mettono nelle condizioni di fare bene. E non voglio peccare di presunzione. Dopodiché dico anche un'altra cosa, ovvero che noi i pezzi li abbiamo proposti, ma l'unica codsa accettata da Morgan è Tenco. Gli altri pezzi credo non mi mettano in condizione di mostrare chi sono e i professori lo dimostrano, perché dopo aver visto che in un'ipotetica graduatoria sono l'ultimo dei dieci, alla quarta puntata ho il diritto e dovere di far vedere me stesso. E se devo andare via me ne vado sulle mie gambe.

Elisa: "Non permetti agli allievi di fare quello che potrebbero"

A questo punto Mike Bird chiede alla controparte cosa si pensi delle assegnazioni di Morgan e se queste siano in grado di valorizzare i cantanti della squadra bianca. Elisa risponde così

Non mi sono mai permessa di parlare e giudicare il lavoro di un'altra persona, però spalleggio questa cosa perché la reputo vera. Io penso che voi possiate fare davvero meglio di così. Cioè, credo che, se posso dare un piccolo consiglio, non si deve attingere dai propri gusti, ma fare un'analisi diversa. E soprattutto avere un'idea un po' più contemporanea, con un linguaggio un po' più giusto per loro, come se il presente non contasse nulla. Il presente è la colonna sonora delle persone e va rispettato allo stesso modo e non denigrato, come ho visto molte volte […] Non permetti ai tuoi allievi di fare quello che potrebbero fare.

L'ira di Morgan: "Dite cose orrende"

Morgan reagisce prima educatamente, dicendosi una persona disposta ad accogliere le novità e tutt'altro che chiusa, ma rincara la dose Rudy Zerbi, che sentenzia così: "I pezzi che vengono assegnati ai ragazzi non devono essere esaltazione dei giudici". Il coach della squadra bianca si altera e risponde a Zerbi di "non dire stronzate, stai dicendo una cosa orrenda". A far scattare definitivamente Morgan, portandolo aduscire dallo studio è la chiosa di Zerbi

Lui arriva dopo mesi e spazza via un percorso che i ragazzi fanno da mesi. Sei un tiranno

De Filippi: "La soluzione non è un calcio in culo a chi non va"

Il pubblico approva la polemica contro Morgan, sottolineando uno scontro che andava avanti da settimane, acclama Emma Marrone, presente in studio, e fischia al coach della squadra bianca (e in effetti, pare che andrà proprio così). A qusto punto Maria De Filippi interviene, sedendosi al suo posto in qualità di giudice e aggiungendo: "Conoso Morgan, che è una persona con grandi fragilità. L'ho scelto io, è una persona che risponde a certe situazioni solo con l'aggressività. Mi rendo conto che nella squadra bianca si sia creata una difficoltà e va trovato un sistema, ma il sistema non è dare un calcio nel culo a chi non va e cercare un'altra persona".