ATTENZIONE: il seguente articolo contiene SPOILER.

"Il migliore dei finali possibili". Così il popolo del web saluta la chiusura de "Il Trono di Spade 6", il cult HBO che è serie-evento a ogni singola stagione. La sesta annata si è conclusa con gli attesi colpi di scena dell'episodio 6×10 "The Winds Of Winter", trasmesso la scorsa notte in contemporanea con gli Stati Uniti. Stasera, Sky Atlantic manderà in onda la puntata in versione originale sottotitolata. Impossibile, per i fan che masticano l'inglese, aspettare la sera del lunedì, vuoi anche per il pericolo spoiler che corre su Internet. Così, tantissimi hanno fatto le ore piccole per seguire "The Winds Of Winter" a notte fonda. E non sono rimasti delusi.

Il Trono di Spade 6×10, "The Winds Of Winter"

Ben 69 minuti di durata, con sangue a fiumi e morti a volontà per il finale di stagione, in attesa di quelle che saranno probabilmente le due annate conclusive (la 8 potrebbe essere l'ultima). La puntata si apre con il processo a Loras Tyrell e Cersei Lannister. Mentre il primo confessa i suoi crimini, la perfida Cersei non si presenta e assiste da lontano alla carneficina: il Maestro Pycelle e Lancel Lannister vengono assassinati, mentre una devastante esplosione uccide tra gli altri l’Alto Passero, Margery Tyrell eLoras Tyrell, e Tommen Baratheon, distrutto dal dolore, si getta dalla finestra.

Mentre Melisandre viene esiliata per la morte di Shireen, Daenerys abbandona l'amato Daario Naharis e parte alla volta di Westeros con la flotta di Yara Greyjoy e l'esercito di Immacolati e Dothraki, non prima di aver nominato Tyrion Lannister Primo Cavaliere della Regina. Grande momento d'agnizione: Jon Snow è riconosciuto finalmente come figlio della sorella di Ned Stark, Lyanna, e Rhaegar Targaryen, grazie ai poteri di Brann. Nel contempo viene riconosciuto uno Stark dal suo popolo e proclamato Re del Nord. Intanto si consuma la vendetta per il Red Wedding di Arya Stark, che uccide Walder Frey dopo avergli addirittura dato in pasto i suoi figli. E Cersei si siede sul Trono di Spade: ma, come ben sappiamo, i suoi predecessori non sono durati a lungo. E già l'attesa per la settima stagione è altissima.