Si chiude il Festival di Sanremo 2017 con un vero e proprio boom di ascolti. Numeri da capogiro a partire dallo share della finale: 58.4% è il record di share degli ultimi 15 anni. Quando dicevamo che un Festival di Sanremo senza Carlo Conti, in questo momento, sembra dura da immaginare non abbiamo detto il falso: la media dell'edizione 2017 è stata di 10.8 milioni di telespettatori con il 50.7% di share, il migliore dal 2005. Record anche per il DopoFestival che ha toccato quota 64.81%. L'edizione del 2017 è stata la migliore delle tre condotte e dirette da Carlo Conti.

La prima parte del Festival di Sanremo 2017 è stata seguita da 13.553.000 spettatori pari al 54.3% di share, nella seconda parte è stato seguito da 9.681.000 spettatori pari al 69.7% di share. La media – della sola finale – porta gli ascolti a 12.022.000 spettatori per uno share del 58.4%. La finale dello scorso anno, l'edizione 2016, fu seguita da 11.222.168 milioni di spettatori per una media di 10.746.000. Nel 2015 la finale fu vista da 11.843.000 spettatori, una media totale dell'edizione pari a 10.837.000 spettatori.

La finale 2017, la più vista in tre anni.

Il triennio di Carlo Conti è stato un successo. La finale di ieri sera è stata la più vista tra tutte le finali, ma soprattutto tra tutte le puntate di questi ultimi tre anni. Il record precedente, quello realizzato con la prima puntata dell'edizione 2015, era fissato a 13.210.000 spettatori nella prima parte, per uno share del 49%. Con la prima parte di ieri sera, questo limite è stato portato a 13.553.000 spettatori (54.29%). Delle tre edizioni condotte da Carlo Conti, la migliore media ponderata resta però quella del 2015: 10.837.000 spettatori (48.64%). Bene anche sui social, come dichiarato in sala stampa in fase conclusiva, con diretta streaming e contenuti on demand in crescita di oltre il 70%.