Il 2017 di Rai 1 partirà subito in quarta con un nuovo prodotto seriale che è tra i titoli più attesi della stagione. Si tratta de I Bastardi di Pizzofalcone, la serie poliziesca con Alessandro Gassman tratta dai romanzi di Maurizio De Giovanni, il popolarissimo scrittore napoletano che dopo la letteratura e il teatro approda anche in televisione. La serie accorpa tre romanzi Bastardi di Pizzofalcone, Buio e Gelo, con Maurizio De Giovanni è sceneggiatore insieme a Silvia Napolitano e Francesco Panzarela. Una notizia lieta per i più appassionati che potranno immaginare una resa televisiva molto fedele al romanzo. I Bastardi di Pizzofalcone andrà in onda a partire da lunedì 9 gennaio 2017.

La Trama.

La serie è ambientata nella Napoli di oggi e precisamente in un piccolo commissariato del centro storico della città, parte dalla scoperta che quattro agenti hanno venduto (trattenendo il ricavato) un carico di droga sequestrato: dopo averli messi in galera la questura vorrebbe chiudere la struttura, salvo poi ripensarci affiancando alle due unità non coinvolte nello scandalo della droga quattro poliziotti ritenuti di pessima fama tra i quali c'è l’ispettore Giuseppe Lojacono (Gassman), arrivato a Napoli perché spespettato in Sicilia di aver passato informazioni alla mafia. Non ha un grande rapporto con la città, che considera sostanzialmente una specie di galera. Quattro poliziotti che dovrebbero sostanzialmente avere una funzione burocratica, ma che col tempo si ritroveranno ad avere a che fare con indagini e casi delicatissimi dai quali emergerà un affiatamento particolare e inaspettato.

I bastardi di Pizzofalcone, diretta da Carlo Carlei, è prodotta da Rai Fiction con la Clemart – produttori esecutivi Massimo Martino e Gabriella Buontempo, sembra arrivare in un periodo molto fertile per la serialità televisiva italiana, che specialmente nel genere poliziesco sta trovando grande fortuna. Basti pensare al successo di Rocco Schiavone, la serie di Rai 2 con Marco Giallini tratta dai romanzi di Antonio Manzini, con la quale le atmosfere lugubri e torbide delle storie narrate da I Bastardi di Pizzofalcone sembrano avere quasi una continuità. Lo stesso De Giovanni, durante la conferenza stampa, ha risposto in merito a questo filone e al riferimento a Schiavone (di cui si attende già la seconda stagione)

I libri di Manzini sono bellissimi, così come la serie. Tutta la scrittura italiana nera è in crescita. Il grande maestro è Camilleri, lui ci ha indicato la strada. Il romanzo nero è il nuovo romanzo sociale perché racconta le città. Il confronto non è possibile, perché sono due prodotti diversi, sono due pietanze diverse

Vota l'articolo:
3.84 su 5.00 basato su 19 voti.
Aggiungi un commento!